160x142_banner_banksy.gif

Giovedì, 24 Giugno 2021 15:02

Biennale di street art. Con "Super Walls" Padova è una galleria a cielo aperto. Le foto  

Scritto da 

Si è conclusa la manifestazione che ha coinvolto 39 artisti internazionali, 13 dei quali donne, nella realizzazione di 35 grandi opere sul tema della rinascita

JDL (Paesi Bassi)| OSPEDALE SANT'ANTONIO - Via J. Facciolati 71, PADOVA
Padova – Ospedale S. Antonio
Opera su muro
Titolo: / L'opera ritrae una coppia stretta in un abbraccio. Il muro è un omaggio a due persone molto care all'artista: suo fratello adottivo e la moglie. Il soggetto eseguito ricorda il momento in cui lui, venuto a sapere che lei era gravemente ammalata di cancro, l'ha stretta a sé per trasmetterle forza e coraggio. Fidanzati da tempo, lui le ha chiesto di sposarla e oggi, da marito e moglie, stanno ancora combattendo la battaglia contro il cancro al seno. Per le nozze, JDL ha deciso di donare agli sposi l'opera e un viaggio per poterla ammirare dal vivo. JDL (Paesi Bassi)| OSPEDALE SANT'ANTONIO - Via J. Facciolati 71, PADOVA
Padova – Ospedale S. Antonio
Opera su muro
Titolo: / L'opera ritrae una coppia stretta in un abbraccio. Il muro è un omaggio a due persone molto care all'artista: suo fratello adottivo e la moglie. Il soggetto eseguito ricorda il momento in cui lui, venuto a sapere che lei era gravemente ammalata di cancro, l'ha stretta a sé per trasmetterle forza e coraggio. Fidanzati da tempo, lui le ha chiesto di sposarla e oggi, da marito e moglie, stanno ancora combattendo la battaglia contro il cancro al seno. Per le nozze, JDL ha deciso di donare agli sposi l'opera e un viaggio per poterla ammirare dal vivo.

PADOVA - Si è conclusa a Padova la seconda edizione della Biennale di street art “Super Walls”, la manifestazione internazionale dedicata all’arte pubblica e alla valorizzazione del paesaggio urbano, curata dal gallerista Carlo Silvestrin e dalla critica d’arte Dominique Stella. 

L’edizione 2021 ha coinvolto 39 artisti, di cui 13 donne, provenienti da sette paesi e chiamati a interpretare con il loro filtro creativo il tema della rinascita alle porte dell’era post-pandemica. 

Le superfici, che si aggiungono alle 20 già realizzate in occasione della prima edizione, sono state messe a disposizione da enti pubblici e privati, compresi ospedali, scuole, supermercati e istituti religiosi. Gli artisti che hanno preso parte a Super Walls 2021 sono: gli italiani Alessio-B, Any, Axe, Boogie.EAD, Joys, Orion, Peeta, Roulè, Tony Gallo, Yama, Zero Mentale, Evyrein, Gabriele Bonato, Mrfijodor, Paolo Psiko, Shife, Alessandra Carloni, Ale Senso, Capo Bianco, Pamela Randon ed Elena Meneghetti (in coppia RA.MEN); gli spagnoli Spok, Doa Oa, Nuriatoll e le argentine trapiantate in Spagna Vanesa Galdeano e Analí Chanquía (in coppia  Medianeras); la russa operante in Francia Anna Conda e i francesi Nerone (di base in UK), Daco, David Karsenty, il collettivo La Crémerie; le olandesi JDL e Nina Valkhoff; la tedesca Julia Benz.

Tra le opere più apprezzate dai cittadini e dai visitatori durante la realizzazione, spiccano: il murale più grande d’Italia, esteso per quasi 4.000 metri quadri e comparso sull’acquedotto di Padova per mano del collettivo francese La Crémerie; il commovente regalo di nozze dell’olandese JDL, un abbraccio alto più di 20 metri sull’ospedale Sant’Antonio, al fratello adottivo e a sua moglie malata di cancro; il murale “Consumerism consumes us” dell’italiano Mrfijodor sulle pareti di una scuola, dove una sigaretta lunga trenta metri brucia salute, ambiente e coscienze ammonendo sui danni provocati dai alcuni gesti rituali comuni; le coloratissime oche di Tony Gallo nell’opera “Nulla è per caso” sulla palestra comunale di Mestrino; i giochi di prospettiva tridimensionali di Peeta che fanno sparire un intero angolo dell’edificio dell’Università di Padova, che ha messo a disposizione due muri tra le numerose iniziative per la celebrazione dei suoi 800 anni. 

 

Ultima modifica il Venerdì, 25 Giugno 2021 18:25


250x300px.png

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio