160x142_banner_banksy.gif

Venerdì, 18 Giugno 2021 15:12

“Attorno al Museo”, a Bologna la rassegna per il quarantunesimo anniversario della strage di Ustica  

Scritto da 

Il Museo per la Memoria di Ustica, che ospita l’installazione permanente "A proposito di Ustica" di Christian Boltanski, è il fulcro della manifestazione che, dopo un primo momento istituzionale online dalla Camera dei Deputati il 21 giugno, si svolgerà dal 25 giugno al 10 agosto 2021 nel Parco della Zucca

PetriPaselli Battaglia Aerea, 2021 manifesto PetriPaselli Battaglia Aerea, 2021 manifesto

BOLOGNA - A quarantuno anni dalla strage di Ustica, avvenuta il  27 giugno del 1980, per ricordare il tragico evento, si svolgerà a Bologna la rassegna Attorno al Museo, che ha come fulcro il Museo per la Memoria di Ustica, dove è ospitata l’installazione permanente A proposito di Ustica di Christian Boltanski.

La manifestazione si terrà dal 25 giugno al 10 agosto 2021 nel Parco della Zucca adiacente al Museo (via di Saliceto 3/22, Bologna).

L’evento sarà preceduto, lunedì 21 giugno 2021 dalle h 17.30 alle 19.30, da un convegno online dalla Camera dei Deputati, intitolato Il dolore e la politica, visibile su https://webtv.camera.it/.

Domenica 27 giugno, il sindaco di Bologna Virginio Merola incontrerà i familiari dell'associazione Parenti delle Vittime della strage di Ustica. All'incontro, che si terrà nel Cortile d'Onore di Palazzo d'Accursio alle h 11.00, parteciperà anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Dal 25 giugno 2021 prenderà il via la rassegna Attorno al Museo al Parco della Zucca, con sette appuntamenti che spazieranno tra installazioni artistiche, teatro, jazz, danza e poesia, ruotando attorno agli accadimenti del giugno 1980, l’installazione di Boltanski, il presente e il futuro. 

Dal 25 al 27 giugno 2021 il pubblico che visiterà il museo (il 25 e 26 dalle h 18.00 alle 22.00, il 27 dalle 18.00 alle 23.00) potrà ritirare un gettone per accedere all’installazione performativa realizzata dal duo di artisti  PetriPaselli, dal titolo Battaglia Aerea, a cura di Lorenzo Balbi e realizzata in collaborazione con il MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, che intende affrontare la tragedia di Ustica come un atto di “violenza”, di vera e propria guerra in tempo di pace consumatasi tra aerei militari di diverse nazioni nei cieli sopra Ustica nel 1980, e proseguita negli anni successivi con i giochi di potere e i numerosi ostacoli incontrati nella ricerca della verità. 

Giovedì 1 luglio 2021 la rassegna si sposta nei territori della danza contemporanea con AEREA, di e con Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi, progetto vincitore di Premio Hermès Danza della Triennale Milano, che si realizza in collaborazione con Danza Urbana in occasione delle celebrazioni dei 25 anni della rassegna. 

Nella serata successiva, giovedì 8 luglio 2021, Ottavia Piccolo sarà l’interprete di L’orizzonte di notte non esiste, testo originale scritto da Nello Scavo, giornalista di Avvenire, che nel 2020 ha ottenuto il Premio Roberto Morrione per l’impegno nel raccontare con coraggio e spirito di verità la terribile avventura dei migranti nel Mediterraneo.

La settimana successiva, giovedì 15 luglio 2021, si proseguirà con Il segno di Ustica, una conversazione sull'eccezionale percorso storico artistico nato dalla battaglia per la verità portata avanti dall’Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica. All’incontro, coordinato dal presidente dell’Istituzione Bologna Musei Roberto Grandi  e realizzato in collaborazione con l’Istituto Storico Parri, partecipano Luca Alessandrini (storico e direttore Museo della Resistenza di Bologna - Istituto Storico Parri), Daria Bonfietti (presidente Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica), Giuseppe De Mattia (artista), Flavio Favelli (artista) e Andrea Mochi Sismondi, curatore dell’omonima pubblicazione Cue Press fresca di stampa. Verrà passata in rassegna l’intensa attività di produzione artistica che negli anni  ha generato opere originali di alto valore, in parallelo al percorso di ricerca storica, che ha portato alle recenti pubblicazioni Ustica. Una ricostruzione storica di Cora Ranci, edito da Laterza e 1980: l'anno di Ustica a cura di Luca Alessandrini, edito da Mondadori.

Lunedì 19 luglio 2021 il ritorno di Marco Paolini con il suo ultimo lavoro Teatro fra parentesi. Le mie storie per questo tempo

Continua anche quest’anno  la collaborazione con Bologna Jazz Festival che porterà nuovamente davanti al museo, giovedì 29 luglio 2021,  il Concerto per la Memoria  interpretato dal trombettista Enrico Rava, uno tra i nomi più noti del panorama jazzistico internazionale, accompagnato al pianoforte da Andrea Pozza, attualmente tra i pianisti più richiesti a livello europeo.

A completamento delle iniziative che accompagnano il 41° anniversario, su una delle pareti esterne del Museo per la Memoria di Ustica è sempre visibile nel corso della rassegna una mostra di vignette satiriche pubblicate in Come è profondo il Mare il numero speciale della rivista satirica Cuore, diretta da Michele Serra, dedicata alla Strage di Ustica nel 1994.

Ai testi di Michele Serra, Andrea Purgatori, alle citazioni dei documenti della Commissione Stragi del senatore Gualtieri si aggiungevano i disegni, le vignette delle firme più prestigiose e note (tra gli altri Vincino, Ellekappa e Vauro) e nell’insieme il racconto diventava stimolo efficace alle coscienze. 

La rassegna è promossa da Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, con Regione Emilia-Romagna, Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Comune di Bologna – Quartiere Navile, Bologna Città della Musica UNESCO e fa parte di Bologna Estate 2021

Vademecum

Nel weekend del 41° anniversario, il Museo per la Memoria di Ustica, che conserva i resti recuperati del velivolo DC9 e l’installazione permanente A proposito di Ustica concepita dall’artista Christian Boltanski in ricordo delle 81 vittime, osserverà i seguenti orari di apertura:
venerdì 25 giugno 2021 dalle h 10.30 alle h 13.00 e dalle h 16.00 alle h 22.00
sabato 26 giugno 2021 dalle h 12.00 alle h 22.00
domenica 27 giugno 2021 dalle h 12.00 alle h 23.00.
L’installazione Battaglia Aerea di PetriPaselli sarà accessibile dal 25 al 27 giugno visitando il museo a partire dalle h 18.00.
Nelle serate di spettacolo (1, 8, 15, 19, 29 luglio, 10 agosto), il Dipartimento educativo MAMbo propone una visita guidata gratuita al Museo per la Memoria di Ustica alle h 20.00. Prenotazione obbligatoria alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le h 13.00 del giorno stesso. L’ingresso al museo è sempre gratuito.

Ad eccezione dell’installazione Battaglia Aerea, tutte le serate iniziano alle h 21.15.
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti.
Concerto per la Memoria (29 luglio) ingresso a pagamento.
Prenotazioni gratuite e prevendita biglietti sul sito https://attornoalmuseo.it/.

Ultima modifica il Venerdì, 18 Giugno 2021 15:27


250x300px.png

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio