160x142_banner_banksy.gif

Mercoledì, 31 Marzo 2021 10:08

Il Getty di Los Angeles acquista "Lucrezia" di Artemisia Gentileschi, il dipinto venduto all’asta a prezzo record

Scritto da 

 Il Museo lo ha comprato da un venditore di cui finora non è stata rivelata l'identità. L’opera sarà in mostra non appena il centro espositivo riaprirà "nelle prossime settimane", anticipa il "Los Angeles Times"

Artemisia Gentileschi, "Lucrezia" - particolare Artemisia Gentileschi, "Lucrezia" - particolare

LOS ANGELES - Il dipinto "Lucrezia" di Artemisia Gentileschi (Roma, 1593 - Napoli, 1654), che ha stabilito il nuovo record mondiale per l'artista caravaggesca, è stato acquistato dal Getty Center di Los Angeles, da un venditore di cui finora non è stata rivelata l'identità. L'olio su tela, che mostra Lucrezia in procinto di pugnalarsi, come racconta la leggenda, è stato venduto all'asta a Parigi il 14 novembre 2019, per quasi 4,8 milioni di euro. 

Il Museo statunitense possiede già due dipinti del padre di Artemisia, Orazio Gentileschi. 

Databile al 1630-1637, la “Lucrezia di Artemisia  risale al soggiorno napoletano dell’artista, città dove poi rimase per il resto della sua vita. L'inquadratura a mezzo busto di Lucrezia e lo sfondo nero, da cui la figura emerge quasi come sbalzata nella terza dimensione, sono elementi di ascendenza caravaggesca, mediati dalla lezione del padre Orazio.  La tela esemplifica un tipico esempio dell'opera della Gentileschi, in cui donne forti e coraggiose, come Giuditta, Susanna o Salomè, sono rappresentate in momenti esaltanti della loro vita.
Lucrezia è presente anche in altre opere dell’artista barocca, come testimoniano le opere della Collezione Etro a Milano e quelle conservate al Museo Nazionale di Capodimonte a Napoli.

Ultima modifica il Mercoledì, 31 Marzo 2021 10:12


250x300px.png

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio