160x142_banner_banksy.gif

Martedì, 15 Giugno 2021 11:22

A Parma Modigliani fra cinema e pittura  

Scritto da 

Venerdì 18 giugno 2021, alle ore 21,30, presso l'arena estiva della sala Cinema Astra d’Essai, verrà proposto al pubblico il docu-film “Maledetto Modigliani”. La Fondazione Magnani-Rocca, fino al 18 luglio 2021, omaggerà il pittore livornese con un’esposizione di sei opere

Amedeo Modigliani, Femme au col blanc -1917 olio su tela Amedeo Modigliani, Femme au col blanc -1917 olio su tela

PARMA - Una serata dedicata a Modigliani quella di venerdì 18 giugno 2021 in cui, grazie alla complicità tra Cinema Astra d'Essai di Parma e Fondazione Magnani-Rocca, verrà proposto al pubblico, presso l'arena estiva della sala Cinema Astra d’Essai, il docu-film “Maledetto Modigliani”  (2020) di Valeria Parisi, distribuito da Nexodigital.

La serata verrà introdotta da Milo Adami, regista e presidente dell'associazione 24FPS, e Stefano Roffi, direttore scientifico della Fondazione Magnani-Rocca. 

Il racconto dell’inquieta vita di Amedeo Modigliani nel film è accompagnato dalle parole immaginarie della sua ultima musa Jeanne Hébuterne, pittrice suicida il giorno dopo la morte del pittore livornese, avvenuta all’Hôpital de la Charité di Parigi il 24 gennaio del 1920.

È proprio a partire dalla sua figura e dalla lettura di un passo dai Canti di Maldoror, il libro che Modigliani teneva sempre con sé, che si apre il film, arricchito anche dalle immagini di alcune delle più importanti mostre realizzate in Europa per le celebrazioni del centenario della sua morte tra Vienna, Washington, Parigi e naturalmente Livorno.

Anche la Fondazione Magnani-Rocca ha voluto ricordare il grande Modì (che in francese suona maudit, maledetto) attraverso una esposizione di sei opere organizzata in collaborazione con il Musée de Grenoble presso la Villa dei Capolavori di Mamiano di Traversetolo, presso Parma, fino al 18 luglio 2021. L'allestimento consente di analizzare il rapporto fra disegno e pittura e di cogliere i principali riferimenti culturali nel suo lavoro di ritrattista: sono infatti esposti il dipinto Femme au col blanc, olio su tela del 1917, raffigurante Lunia Czechowska, la modella preferita, moglie dell’amico d’infanzia di Léopold Zborowski, mercante d’arte e mecenate di Modigliani, e cinque ritratti a matita di personaggi della capitale francese degli anni Dieci, dove egli fu al centro della scena artistica, al tempo all’avanguardia internazionale.

Grazie alla collaborazione tra cinema Astra e Fondazione Magnani-Rocca presentando all'ingresso del museo il biglietto della proiezione di Maledetto Modigliani sarà possibile accedere alla mostra, alla collezione permanente e al giardino a prezzo ridotto fino al termine della mostra. 

Per la serata del 18 giugno è consigliata la prenotazione scrivendo un sms o WhatsApp al numero 3662376453. 

www.magnanirocca.it

Ultima modifica il Martedì, 15 Giugno 2021 11:48


250x300px.png

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio