IMG_4882.JPG

Bruna Alasia

Bruna Alasia

Il film racconta la vita di Gian Lorenzo Bernini. Come sin da bambino imparò a lavorare il marmo, arte appresa da suo padre. Come si trasferì a Roma con la famiglia a soli otto anni, dove incontrò il committente delle sue creazioni oggi più famose, il cardinale Scipione Cafferelli – Borghese

Un’opera d’arte che esalta il capolavoro di Edmond Rostand, poeta francese che pubblicò nel 1897 questa commedia ispirata a Savinien Cyrano de Bergerac filosofo, scrittore, drammaturgo e soldato francese del seicento

Un biopic del 1991 di Pialat che dipinge a sua volta un ritratto dell’artista-uomo: le sue crisi psicologiche, la sua dipendenza dall’assenzio, la dedizione al suo lavoro, i suoi rapporti con le donne

E’ stata presentata alla Casa di Dante a Roma una nuova edizione della Divina Commedia a cura di Enrico Malato, edita nei “Diamanti” della Salerno

Dal 12 ottobre al 4 novembre 2018, oltre quaranta i testi esposti, bellissimi nelle loro pagine segnate dal tempo con i margini in oro, codici d’inestimabile valore, alcuni trecenteschi splendidamente miniati e illustrati

Con la regia di Emanuele Imbucci su soggetto e direzione artistica di Cosetta Lagani, il film ripercorre la vita, soprattutto lavorativa di Michelangelo Buonarroti, scavando negli aspetti delle sue opere d’arte, estrapolando i loro lati più misteriosi, esaltandone bellezza e segreti attraverso inquadrature e luci uniche che, dal vivo, l’occhio umano non riesce scoprire

Un viaggio affascinante a ritroso dal sesto secolo avanti Cristo fino al decimo. Le sale espositive di Palazzo Caffarelli e l’Area del Tempio di Giove dei Musei Capitolini ci raccontano la fase più antica dell’urbe

Va al Maestro Riccardo Muti il Praemium Imperiale 2018 per la musica, al belga-francese Pierre Alechinsky va quello per la pittura, alla giapponese Fujiko Nakaya per la scultura, ai francesi Christian de Portzamparc per l’architettura e a Catherine Deneuve per il cinema/teatro

Gli anni ’60 sono stati una stagione di grandi fermenti e i motivi per cui continuano ad affascinarci sono molti. Si parlava di fantasia al potere, anche se l’espressione più alta di creatività, e cioè l’arte, non sempre poté godere, in un’epoca particolarmente ideologizzata, di grandissimo favore popolare. 

L’esposizione negli spettacolari saloni di Palazzo Braschi, intende celebrare il 250° anniversario della morte del pittore veneziano con il più grande numero di creazioni mai arrivate in Italia, sessantotto tra dipinti e disegni e documenti, di cui alcuni celeberrimi

Pagina 1 di 3



IMG_4884.JPG

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio