Il critico: «Nessuno ha aperto un museo a mezzanotte o all'una, lo hanno aperto il 31 alle quattro del pomeriggio»