A Firenze, il direttore Eike Schmidt annuncia più severità nei controlli e sistemi di sicurezza "invisibili"