I lavori realizzati con finanziamenti europei hanno restituito ai visitatori alcune cappelle e aeree inaccessibili