WEB-160x142.gif

Venerdì, 19 Luglio 2019 12:09

De Chirico a Palazzo Ducale di Genova, mostra prorogata al 1 settembre 2019

Scritto da 

L’esposizione "Giorgio de Chirico. Il volto della Metafisica", curata da Victoria Noel-Johnson, presenta 100 opere, realizzate dal Pictor Optimus nell’arco della sua intera carriera, provenienti da importanti istituzioni e musei

Giorgio de Chirico, Piazza d'Italia (Souvenir d'Italie), 1924-25, olio su tela, cm. 60 x 73, MART 2173, Mart, Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Collezione L.F. © Archivio Fotografico e Mediateca MART © Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, Roma, by SIAE 2019 Giorgio de Chirico, Piazza d'Italia (Souvenir d'Italie), 1924-25, olio su tela, cm. 60 x 73, MART 2173, Mart, Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Collezione L.F. © Archivio Fotografico e Mediateca MART © Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, Roma, by SIAE 2019

GENOVA - È stata prorogata fino al 1° settembre 2019, nelle sale dell’appartamento del Doge di Palazzo Ducale, la mostra Giorgio de Chirico. Il volto della Metafisicaprodotta e organizzata da ViDi, in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico.

L’esposizione, curata da Victoria Noel-Johnson, presenta 100 opere, realizzate dal Pictor Optimus nell’arco della sua intera carriera, provenienti da importanti istituzioni e musei, come la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico (Roma), la Galleria Nazionale d'Arte Moderna (Roma), il MART (Rovereto), la Galleria d'Arte Moderna (Palazzo Pitti, Firenze), la Collezione Banca d’Italia, la Fondazione Museo Alberto Sordi (Roma), la Casa-museo Boschi Di Stefano (Milano), il Museo Luigi Bellini (Firenze), il Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi (Belluno), nonché da prestigiose collezioni private.

La rassegna propone una revisione critica della complessa attività dell’artista, a cento anni dalladecisione (1919) del Maestro di prendere una diversa direzione dalla pittura Metafisica (1910-1918) a favore di stili e tecniche ispirati al Classicismo e ai grandi maestri del passato. In linea con la posizione che de Chirico ha sempre sostenuto, la mostra evidenzia non un distacco, ma un’evoluzione sempre più sofisticata. “Come i frutti autunnali - spiega lo stesso de Chirico alla fine del 1918 - siamo ormai maturi per la nuova metafisica […]. Siamo esploratori pronti per altre partenze”.

Accompagna la mostra un catalogo Skira, con testi della curatrice, di Simona Bartolena, Fabio Benzi, Daniela Ferrari e Ara H. Merjian.

Ultima modifica il Venerdì, 19 Luglio 2019 12:33


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio