WEB-160x142.gif

Mercoledì, 27 Marzo 2019 16:25

“Ex Africa. Storie e identità di un’arte universale” al Museo Civico Archeologico di Bologna

Scritto da 

Dal 28 marzo all’8 settembre 2019 una mostra non etnografica che presenta il valore dell’arte africana, ricostruendone il contesto storico e culturale da cui essa trae origine,  puntando a raccontare storie d’arte, di identità, di potere, di sacralità, di incontri e dialoghi

Man Ray, Noire et Blanche, 1926, Fotografia new print del 1980 Collezione privata, Courtesy Fondazione Marconi, Milano© The Museum of Modern Art, New York Scala, Florence©Man Ray Trust by SIAE 2018 Man Ray, Noire et Blanche, 1926, Fotografia new print del 1980 Collezione privata, Courtesy Fondazione Marconi, Milano© The Museum of Modern Art, New York Scala, Florence©Man Ray Trust by SIAE 2018

BOLOGNA - Il Museo Civico Archeologico di Bologna ospita, dal 28 marzo, la mostra intitolata Ex Africa. Storie e identità di un’arte universale, ideata e curata da Gigi Pezzoli insieme a Ezio Bassani, scomparso durante i lavori del progetto, tra i maggiori studiosi italiani a cui si deve la diffusione della conoscenza dell’arte africana nel nostro Paese.

Si tratta di una mostra pensata appositamente e unicamente per Bologna, con prestiti eccezionali dai più importanti musei e collezioni internazionali, tra cui i Musei Vaticani con opere di El Anatsui, Ernst Barlach, Paul Klee, Max Pechstein, Karl Schmidt-Rottluff.

Articolata in diverse sezioni, la mostra racconta l’intreccio di vicende africane ed europee dall’antichità a oggi, attraverso “storie” d’arte, di identità, di viaggi e di incontri partendo dalle cronache dei viaggi e dei primi contatti tra europei e africani. 

Ex Africa presenta il valore dell’arte africana, ricostruendone il contesto storico e culturale da cui essa trae origine, giungendo alla eredità e influenza nella pittura europea d’inizio Novecento con il primitivismo e la cosiddetta Art Nègre, fino a toccare gli ambiti dell’arte contemporanea africana.

Sono proposte anche le nuove frontiere della ricerca sull’arte africana: l’antichità di quelle manifestazioni e l’identificazione di alcune “mani dei maestri” e con una sezione di indagine sull’estetica diversa del vodu, un’arte accumulativa impregnata di sacralità nel suo persistente divenire con opere che vengono esposte in Italia per la prima volta.

L’ONU ha ritenuto il progetto coerente con gli obiettivi dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Vademecum

Dal 28 Marzo 2019 - 08 Settembre 2019
Bologna
Museo Civico Archeologico
via dell’Archiginnasio 2
ORARI: Lun, Mer, Giov, Ven 10 – 19 Sab, Dom 10 – 20 | Mar chiuso. La biglietteria chiude un’ora prima
Biglietti: intero € 14, ridotto € 12 / € 10, minori 6-17 anni non in gruppo scolastico € 8. Gratuito ambini fino a 6 anni non compiuti e non in gruppo scolastico, 1 accompagnatore per persona con disabilità, giornalisti con tesserino ODG preventivamente accreditati, 1 accompagnatore per gruppo adulti, 2 accompagnatori per gruppi classe
Info: +39 051 71 68 808
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.http://www.mostrafrica.it

 

Ultima modifica il Mercoledì, 27 Marzo 2019 16:32


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio