IMG_4882.JPG

Giovedì, 26 Luglio 2018 16:51

Pirelli HangarBicocca dedica una mostra a Mario Merz

Scritto da 

Dal 25 ottobre al 24 febbraio 2019 lo spazio milanese presenta “Igloos” una esposizione che riunisce le opere storiche del grande artista, tra i più rilevanti del secondo dopoguerra

Mario Merz Le case girano intorno a noi o noi giriamo intorno alle case?, 1994 Veduta dell’installazione, Fondazione Merz, Torino, 2005 Courtesy Fondazione Merz, Torino Foto: © Paolo Pellion Mario Merz Le case girano intorno a noi o noi giriamo intorno alle case?, 1994 Veduta dell’installazione, Fondazione Merz, Torino, 2005 Courtesy Fondazione Merz, Torino Foto: © Paolo Pellion

MILANO - “Igloos” è il progetto espositivo, a cura di Vicente Todolí, Direttore Artistico di Pirelli HangarBicocca, e realizzato in collaborazione con la Fondazione Merz, che si espanderà nei  5.500 metri quadrati delle Navate e del Cubo di Pirelli HangarBicocca, a partire dal prossimo 25 ottobre. 

L’esposizione pone il il visitatore al centro di una costellazione di oltre trenta opere di grandi dimensioni a forma di igloo, un paesaggio inedito dal forte impatto visivo. A cinquant’anni dalla creazione del primo igloo, la mostra offre l’occasione per osservare lavori di Mario Merz di importanza storica e dalla portata innovativa, provenienti da numerose collezioni private e museali internazionali – tra cui il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid, la Tate Modern di Londra, l’Hamburger Bahnhof di Berlino e il Van Abbemuseum di Eindhoven –, raccolti ed esposti insieme per la prima volta in Italia.

Spiega Todolí: “La mostra ‘Igloos’ assume come punto di partenza l’esposizione personale di Mario Merz curata da Harald Szeemann nel 1985 alla Kunsthaus di Zurigo dove vennero presentate tutte le tipologie di igloo realizzate fino a quel momento “al fine di formare un villaggio, un paese, una ‘Città irreale’ nello spazio espositivo”, come afferma Szeemann”. Intento di questo progetto milanese è quindi mettere in luce come l’artista abbia continuato a sviluppare con coerenza e visionarietà l’immaginario dell’igloo. L’esposizione include infatti anche opere concepite nei decenni successivi, in occasione di importanti antologiche e retrospettive nei grandi musei europei e stranieri.

Ultima modifica il Giovedì, 26 Luglio 2018 17:02



IMG_4884.JPG

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio