160x142-02.jpg

Mercoledì, 13 Settembre 2017 12:17

Novantanove opere di Mao Jianhua in mostra al Vittoriano di Roma

Scritto da 

"The Timeless Dance. Beyond the Mountains" questo il titolo della mostra. Un viaggio fantastico che si snoda in un percorso a spirale di sette tappe, suddiviso per concetti ed emozioni alla scoperta delle opere e dell’universo dell'artista cinese

ROMA - Dal 13 al 26 settembre, presso il Complesso del Vittoriano - Ala Brasini di Roma, è possibile ammirare 99 opere di Mao Jianhua, imprenditore e pittore cinese i cui dipinti sono spesso firmati con gli pseudonimi “Jizushanren” (uomo di Jizu, la montagna dove Mao si reca regolarmente per la meditazione) o “Zhuoweng” (uomo che segue la propria natura primordiale, mettendo da parte sovrastrutture ed elementi artificiali, ritornando all’infanzia e alla natura).

"The Timeless Dance. Beyond the Mountains" questo il titolo della mostra ad ingresso gratuito realizzata sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano e con il Patrocinio della Regione Lazio e di Roma Capitale.

E' un viaggio fantastico che si snoda in un percorso a spirale di sette tappe, suddiviso per concetti ed emozioni alla scoperta delle opere e dell’universo di valori di Mao Jianhua.

Sono tutte eseguite con pennello e inchiostro su carta di cotone fatta a mano con dimensioni che variano dai fogli di piccolo formato al rotolo più imponente che raggiunge la larghezza di sette metri.

Un movimento continuo degli occhi, della testa, del proprio corpo, del proprio respiro. Ci si sente come senza peso, agili nel percorrere ripide vie in salita, impervi sentieri che solcano alte montagne rocciose, per poi ricadere giù, su rivoli e distese d’acqua, a osservare le sagome polimorfe di alberi fitti e di cespugli che paiono animarsi. E’ quanto accade – spiega la curatrice Martina Marzotta - quando ci si trova di fronte alle pennellate d’inchiostro che spaziano dal nero più cupo alle più tenui sfumature di grigio – in alcuni casi interrotte da meravigliose tinte pastello – e che si estinguono poi nel bianco più assoluto. Ogni opera di Mao Jianhua sottintende una verità interiore e metafisica che è insieme immersa nell’esperienza di vita”.        

Sono quei paesaggi dell’anima che tutti noi possiamo rivivere nelle straordinarie pennellate calligrafiche in bianco e nero, negli spazi vuoti che risuonano e nei fitti segni grafici che si trasformano allo sguardo, nell’abisso delle montagne come nello spazio aereo che sovrasta le acque.

Vademecum

The Timeless Dance. Beyond the Mountains
13 - 26 settembre 2017
Complesso del Vittoriano - Ala Brasini, Roma
Ingresso gratuito
Orari apertura
dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30
venerdì e sabato 9.30 – 22.00
Domenica 9.30 – 20.30
Catalogo edito da Edizioni Plan
www.maojianhua.com

 

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Settembre 2017 12:28

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio