160x142-02.jpg

Lunedì, 08 Maggio 2017 12:44

"Sotto un unico sole", l’Azerbaigian alla Biennale di Venezia

Scritto da 

Inaugura l'11 maggio a Palazzo Lezze l'esposizione del Padiglione azero “Sotto un unico sole. L’arte di vivere insieme”. Gli artisti, attraverso progetti interattivi multimediali, video mapping e installazioni mostrano il rapporto tra l’arte tradizionale e l’arte digitale nel paese

HYPNOTICA The Unity, 2017, video mapping Photographic rendering:  HYPNOTICA Image courtesy of HYPNOTICA HYPNOTICA The Unity, 2017, video mapping Photographic rendering: HYPNOTICA Image courtesy of HYPNOTICA

VENEZIA  - Nella sua terza partecipazione alla Biennale di Venezia, l’Azerbaigian presenta la rassegna dal titolo “Sotto un unico sole. L’arte di vivere insieme”. Nel 2017 il Padiglione viene ospitato, come nelle precedenti edizioni, a Palazzo Lezze. La mostra, a cura del Prof.Dr. Martin Roth ed Emin Mammadov, che inaugura giovedì 11 maggio, ha lo scopo di svelare la contemporanea interpretazione artistica della pluralità culturale che caratterizza lo stato dell’Azerbaigian. I curatori dell’esposizione hanno quindi chiesto a giovani artisti di esprimere le loro opinioni e di rappresentare la libertà nella società multiculturale. 

Spiega Martin Roth: “In Azerbaigian, sin dai tempi più remoti, tantissime persone di origini differenti vivono insieme. È inevitabile che nella più grande regione che combina la civilizzazione europea con quella orientale si incrocino la filosofia, la religione e le dottrine politiche.

L’Azerbaigian è un esempio eccezionale di società mista - continua il curatore - che promuove l’accettazione delle varietà linguistiche e culturali, la convivenza integrata e l’uguaglianza in un contesto multiculturale e multireligioso: fattori, tutti, questi, che vanno a beneficio di un ambiente naturale talvolta sfavorevole.           

L’Azerbaigian non è un Paese di grandi dimensioni, ma il suo paesaggio variegato e la ricchezza della sua natura si riflettono armonicamente, sotto lo stesso sole, sulle disparate espressioni culturali. Il pacifico interscambio delle culture presenti in Azerbaigian, la conservazione della miglior tradizione di ospitalità orientale e le condizioni di vita di cui godono tutti i popoli che abitano questa terra sono assai sorprendenti nell’epoca della globalizzazione, dei conflitti etnici, dell’intolleranza e dell’aggressione. È, questa, una vera e propria arte che il popolo azero ha saputo apprendere” - conclude Roth.

“Sotto un unico sole. L’arte di vivere insieme” rivela dunque l’affascinante e caleidoscopica cultura azera, dalle sue origini e tradizioni alle sue numerose manifestazioni contemporanee. Gli artisti sono stati invitati, attraverso diversi medium a realizzare progetti che offrano la possibilità di contemplare, appunto, l’arte di vivere insieme. 

Le opere del gruppo artistico della performance visuale Hypnotica e dell’installatore Elvin Nabizade mettono ben in risalto questa poliedricità etnico-culturale dell’Azerbaigian.

Vademecum

PADIGLIONE DELL’AZERBAIJAN
57. Esposizione Internazionale d'Arte – La Biennale di Venezia
Sotto un unico sole
L’arte di vivere insieme
Commissario: Ambasciatore Mammad Ahmadzada
Organizzazione: Heydar Aliyev Foundation, Baku, Azerbaijan
Curatori: Prof.Dr. Martin Roth, Emin Mammadov
Consigliere: Dr. Shirin, Y. Melikova
Partecipanti: HYPNOTICA Visual Performance Group, Elvin Nabizade
Coordinatore: Narmina Khalilova
Coordinatori a Venezia: Paolo De Grandis, Carlotta Scarpa,
PDG Arte Communications
Sede: Palazzo Lezze, Campo S. Stefano, San Marco 2949
Inaugurazione: 11 maggio alle 6:30 p.m.
Anteprima per la stampa: 10 maggio alle 5 p.m.

 

Ultima modifica il Lunedì, 08 Maggio 2017 15:15

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio