160x142-02.jpg

Giovedì, 16 Marzo 2017 15:44

Vivian Maier, la tata-fotografa a Roma

Scritto da 

New York e Chicago fotografate in bianco e nero da un'artista ancora misconosciuta, le cui foto furono pubblicate solo dopo la sua morte, quando un amatore scopri per caso il suo sconfinato archivio

© Vivian Maier/Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York. © Vivian Maier/Maloof Collection, Courtesy Howard Greenberg Gallery, New York.

ROMA - La tata-fotografa arriva a Roma. 120 fotografiein bianco e nero realizzate tra gli anni Cinquanta e Sessanta insieme a una selezione di immagini a colori scattate negli anni Settanta, oltre ad alcuni filmati in super 8 che mostrano come Vivian Maier si avvicinasse ai suoi soggetti, la raccontano in una retrospettiva che mette a fuoco un personaggio insolito e per molti versi, ancora misterioso. 
Perchè Vivian Maier, di cui si sa che faceva la baby sitter a tempo pieno e la fotografa a tempo perso, è diventata un personaggio molto silenziosamente, per quegli strani meccanismi legati alla notorietà non sempre facili da interpretare. E l’esposizione, ospitata dal Museo di Roma in Trasteveredal 17 marzo al 18 giugno 2017è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, prodotta da diChroma Photography, realizzata da Fondazione FORMA per la Fotografia in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, e curata da Anne Morin e Alessandra Mauro, restituisce bene il senso del lavoro di quest'artista a sua insaputa, che fotografava le città in cui visse (Chicago e New York) senza una vera e propria velleità artistica ma quasi come un passatempo, un hobby che sosteneva portandosi dietro la sua macchina fotografica come un'ombra. Tanto che le sue foto non sono mai state pubblicate mentre lei era nacora in vita e bisgnerà aspettare il 2007, quando John Maloof, all’epoca agente immobiliare, acquista durante un’asta parte dell’archivio della Maier confiscato per un mancato pagamento e capisce subito di aver trovato un tesoro prezioso. Da quel momento non smetterà di cercare materiale riguardante questa misteriosa fotografa, arrivando ad archiviare oltre 150.000 negativi e 3.000 stampe.

Accompagna la mostra il libro Vivian Maier. Fotografa pubblicato da Contrasto.

Vademecum

Museo di Roma in Trastevere Piazza di Sant’Egidio, 1/b  Roma
17 marzo – 18 giugno 2017
Orari      da martedì a domenica ore 10-20, chiuso lunedì e 1 maggio. La biglietteria chiude alle ore 19.00
Biglietti Tariffe non residenti: Intero € 9,50  -  Ridotto € 8,50
gratuito per le categorie previste dalla tariffazione vigente
Info       www.museodiromaintrastevere.it - tel 060608

Ultima modifica il Giovedì, 16 Marzo 2017 16:16

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio