160x142-02.jpg

Martedì, 14 Marzo 2017 08:03

L’emozione dei colori nell’arte. Foto

Scritto da 

La rassegna, ospitata al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e nelle sale della GAM-Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, ripercorre, attraverso 400 opere, la storia, le invenzioni, l’esperienza e l’uso del colore nell’arte moderna e contemporanea

Luigi Russolo, Profumo, particolare - 1910 Luigi Russolo, Profumo, particolare - 1910

TORINO - Provengono da importanti collezioni museali quali il Reina Sofia di Madrid, il MNAM Centre Georges Pompidou di Parigi, il Paul Klee Zentrum di Berna, il Munchmuseet di Oslo, lo Stedelijk Museum di Amsterdam, la Tate Britain di Londra, la Dia Foundation di New York, la AGNSW Art Gallery of New South Wales di Sydney, oltre che dai due musei GAM-Torino e Castello di Rivoli e da numerose collezioni private, le 400 opere in esposizione per la mostra L’emozione dei colori nell’arte, a cura di Carolyn Christov-Bakargiev, Marcella Beccaria, Elena Volpato, Elif Kamisli.

La rassegna, ospitata dal 14 marzo al 23 luglio 2017 nella Manica Lunga del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e nelle sale della GAM-Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, riunisce i lavori di 125 artisti provenienti da tutto il mondo che datano dalla fine del Settecento al presente. In particolare si potranno ammirare le opere di Henri Matisse, Wassily Kandinsky, Giacomo Balla, Edvard Munch, Luigi Russolo, Alexander Calder, e poi ancora Gilberto Zorio, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Gustav Metzger, fino a lavori recenti di artisti contemporanei come Nicola De Maria, Damien Hirst e molti altri ancora.

Scopo dell’esposizione è ripercorrere la storia, le invenzioni, l’esperienza e l’uso del colore nell’arte moderna e contemporanea occidentale, nelle culture non occidentali e nelle culture indigene presenti nel mondo oggi, dando conto di movimenti e ricerche artistiche che si discostano dalle storie canoniche sul colore e l’astrazione, attraverso molteplici narrazioni che si ricollegano alla memoria, alla spiritualità, alla politica, alla psicologia e alla sinestesia.

La curatrice Carolyn Christov-Bakargiev, spiega: “Durante il secolo scorso sono state organizzate numerose mostre sul colore a partire dalle teorie della percezione divenute popolari negli anni Sessanta. Quel tipo di approccio discende da una nozione universalistica della percezione e da una sua pretesa valenza oggettiva, molto distante dalla consapevolezza odierna della complessità di significati racchiusa nel colore”.

L’emozione dei colori nell’arte riflette sul tema da un punto di vista che tiene conto della luce, delle vibrazioni e del mondo affettivo. Si pone in discussione la standardizzazione nell’uso del colore nell’era digitale, standardizzazione che riduce sensibilmente le nostre capacità di distinguere i colori nel mondo reale.
Completa e arricchisce l’esposizione un laboratorio di studio neuroscientifico incentrato sull’esperienza del pubblico di fronte a opere d’arte, condotto dal neuroscienziato Vittorio Gallese insieme a Giacomo Rizzolati che ha scoperto i neuroni specchio.

Vademecum

Dal 14 Marzo 2017 al 23 Luglio 2017
Torino, GAM – Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea / Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
Biglietti: GAM: intero € 10, ridotto € 8. Il primo martedì del mese, non festivo, l'ingresso è gratuito
Info: +39 011 4429518
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.gamtorino.it

Ultima modifica il Venerdì, 17 Marzo 2017 13:17

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio