160x142-banksy-palermo.gif

Giovedì, 06 Ottobre 2016 10:54

Cantone Ticino. Legni preziosi alla Pinacoteca Zust

Scritto da 

In esposizione oltre cinquanta pezzi di altissima qualità, testimonianze della migliore tradizione scultorea lignea che si estende dal Medioevo al Settecento. L'allestimento è curato da Mario Botta

Immacolata proveniente da Ponte Tresa Immacolata proveniente da Ponte Tresa

ROMA - Dal 16 ottobre al 22 gennaio 2017, la Pinacoteca Züst di Rancate, nel Cantone Ticino, ospiterà l’esposizione curata da Edoardo Villata, dal titolo Legni preziosi. Sculture, busti, reliquiari e tabernacoli dal Medioevo al Settecento. L’allestimento di questa raffinatissima mostra è firmato da Mario Botta.
Cinquanta i pezzi esposti, alcuni dei quali inediti, tutti provenienti da musei, chiese, monasteri del territorio ticinese, con poche eccezioni. Le opere di altissima qualità giungono in mostra dopo una accurata revisione e in alcuni casi anche restauri eseguiti grazie all’importante collaborazione dell’Ufficio dei beni culturali del Cantone Ticino.
In esposizione sculture lignee raffiguranti Madonne, Cristi, Compianti, busti, polittici scolpiti e persino un Presepe, testimonianze assolute di una tradizione artistica che raggiunse spesso vertici europei.
Il percorso della mostra parte dalla scultura lignea medievale, quindi dal XII secolo al Tardogotico e si estende poi nelle altre sezioni, al Rinascimento in cui sono presentate opere di elevata qualità estetica. In esposizione anche produzioni tedesche con spettacolari polittici scolpiti e dipinti. Completano il percorso due ampie sezioni dedicate al Seicento e al Settecento. In esse, trovano posto sculture a tutto tondo, statue vestite, busti, tabernacoli e il delizioso Presepio proveniente da Giornico.
La mostra è arricchita da un catalogo edito da Silvana Editoriale, interamente illustrato e con testi di studiosi svizzeri e italiani che hanno affiancato Edoardo Villata nella curatela: Lara Calderari, Laura Damiani Cabrini, Matteo Facchi, Claudia Gaggetta, Anastasia Gilardi, Claudio Premoli, Federica Siddi.

Vademecum
Legni preziosi
Sculture, busti, reliquiari e tabernacoli dal Medioevo al Settecento
Pinacoteca cantonale Giovanni Züst, Rancate (Mendrisio), Cantone Ticino, Svizzera
16 ottobre 2016 – 22 gennaio 2017
allestimento di Mario Botta
Informazioni:
Pinacoteca cantonale Giovanni Züst
CH-6862 Rancate (Mendrisio), Canton Ticino, Svizzera
Tel. +41 (0)91 816 47 91; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.ti.ch/zuest
Orari, prezzi e servizi:
16 ottobre 2016 – 22 gennaio 2017
Da martedì a venerdì: 9-12 / 14-18
Sabato, domenica e festivi: 10-12 / 14-18
Chiuso: il lunedì; 24, 25 e 31/12
Aperto: 1/11; 8, 26/12; 1, 6/01
intero: CHF/€ 10.-
ridotto (pensionati, studenti, gruppi): CHF/€ 8.-

Visite guidate su prenotazione anche fuori orario; bookshop; audioguide; parcheggi nelle vicinanze.
Si accettano Euro.

COME RAGGIUNGERE LA PINACOTECA ZÜST
Rancate si trova a pochi chilometri dai valichi di Chiasso, Bizzarone (Como) e del Gaggiolo (Varese), presso Mendrisio, facilmente raggiungibile con l’ausilio della segnaletica. Per chi proviene dall’autostrada Milano-Lugano l’uscita è Mendrisio: alla prima rotonda si gira a destra e mantenendo sempre la destra si giunge dopo poco più di un chilometro nel centro di Rancate. La Pinacoteca è all’inizio della piazza della chiesa parrocchiale, sulla sinistra della strada. Rancate è raggiungibile anche in treno, linea Milano-Como-Lugano, stazione di Mendrisio, e poi a piedi, in 10 minuti, o con l’autobus (linea 524, Mendrisio-Serpiano).

 

Ultima modifica il Giovedì, 06 Ottobre 2016 11:24


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio