IMG_4882.JPG

Lunedì, 16 Maggio 2016 10:46

L’opera di Antonio Meneghetti al Complesso del Vittoriano

Scritto da 

Una mostra presso l'Ala Brasini celebra l'artista scomparso nel 2013 con l'intento di valorizzare e far conoscere la sua poliedrica produzione artistica

1987 "Venezia" smalto su tela, 100x120 Crediti fotografici: Barbara Bernabei 1987 "Venezia" smalto su tela, 100x120 Crediti fotografici: Barbara Bernabei

ROMA - Dal 20 maggio l’Ala Brasini del Complesso del Vittoriano, ospita la mostra dedicata ad Antonio Meneghetti (1936 - 2013), artista raffinato e grande osservatore del mondo e della natura umana.

La mostra è la prima tappa di un percorso che vuole valorizzare e fare conoscere l’opera unica e preziosa di Meneghetti anche attraverso la sua prima completa monografia edita da GLI ORI - Editori Contemporanei che sarà presentata in occasione della mostra.

L’esposizione, curata da Ermanno Tedeschi, offre l’occasione di ammirare le più significative opere del maestro, tra dipinti, sculture, oggetti di design e gioielli, ospitati in prestigiosi musei e sedi istituzionali in diverse parti d’Italia e del mondo - come la Rocca Paolina di Perugia, Castel dell’Ovo a Napoli, Palazzo della Civiltà a Roma, le Corderie dell’Arsenale e Palazzo Ducale a Venezia oltre che a San Pietroburgo, Brasilia e Pechino - che, insieme ad alcune videoproiezioni, rappresentano uno spaccato importante dell’immensa e poliedrica produzione di Meneghetti.

La monografica è concepita per confermare il ruolo artistico di grande rilievo di Meneghetti e con l’intento di offrire un’immagine più completa possibile della sua poliedrica produzione. Un fil rouge passa dai dipinti più minimali a quelli dominati dal colore, dalle sculture agli oggetti di design, dai capi di alta moda ai tappeti. Il suo segno - sempre evidente e chiaro - contraddistingue questo percorso in cui traspare con chiarezza il pensiero artistico del Maestro.

I temi trattati nell’opera di Meneghetti sono diversi e vanno dal figurativo all'astratto, mentre i materiali usati nelle sue opere vanno dalla ceramica al vetro, dal ferro al marmo. Al centro degli oggetti di design c’è sempre l’uomo, caratterizzato da una varietà infinita che si rifà alle poliedriche percezioni e ai molteplici punti di vista del soggetto. La moda e la progettazione architettonica sono altri due mondi in cui il Maestro ha lasciato un segno tangibile.

La mostra, prodotta dalla Fondazione di Ricerca Scientifica ed Umanistica Antonio Meneghetti, sarà visitabile fino al 26 giugno.

Vademecum
Roma, Complesso del Vittoriano - Ala Brasini Sala Giubileo
Apertura al pubblico: 20 maggio - 26 giugno 2016
dal lunedì al giovedì 9.30 - 19.30
Venerdì e sabato 9.30 - 22.00
Domenica 9.30 - 20.30
ingresso gratuito/Entrata libera

Ultima modifica il Lunedì, 16 Maggio 2016 11:23



IMG_4884.JPG

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio