BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Giovedì, 05 Dicembre 2019 10:26

David e Caravaggio a confronto alle Gallerie d’Italia di Napoli

Scritto da 

Dal 5 dicembre 2019 al 19 aprile 2020, una mostra dossier  a cura di Fernando Mazzocca che prende spunto da una copia della "Deposizione nel sepolcro" del Merisi e una replica de "La morte di Marat" di David

Morte di Marat - copia dal Musée des Beaux-Art di Reims Morte di Marat - copia dal Musée des Beaux-Art di Reims

NAPOLI -David e Caravaggio. La crudeltà della natura, il profumo dell’ideale” è la mostra-dossier ospitata alle Gallerie d’Italia - Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale di Intesa Sanpaolo a Napoli, fino al prossimo 19 aprile 2020. 

L’esposizione, a cura di Fernando Mazzocca, prende le mosse dalla presenza, nella basilica reale pontificia di San Francesco di Paola a Napoli, di una copia molto fedele di uno dei maggiori capolavori di Caravaggio, la Deposizione nel sepolcro, oggi conservata ai Musei Vaticani ma in origine nella chiesa di Santa Maria in Vallicella a Roma. Si tratta di una copia di grande qualità eseguita nel 1824 dal pittore napoletano Tommaso De Vivo. 

La mostra intende ripercorrere la fortuna di questo capolavoro in un momento in cui Michelangelo Merisi, pur non godendo di considerazione da parte della storiografia artistica e della critica dell'epoca, era invece modello per i pittori francesi che in età neoclassica soggiornavano a Roma per un periodo di formazione. Tra questi sicuramente Jacques-Louis David, nelle cui opere sono evidenti e precisi i richiami alla cifra stilistica del Caravaggio. 

Al centro della mostra è dunque il confronto tra  la Deposizione nel sepolcro La morte di Marat, di cui è esposta una delle quattro repliche eseguite dagli allievi del maestro francese nell’atelier e sotto la sua direzione. In particolare si tratta del bellissimo dipinto conservato al Musée des Beaux-Art di Reims.
Ad arricchire ulteriormente il percorso espositivo anche alcuni capolavori del Maestro neoclassicista come La Buona Ventura Morte di Seneca, e alcuni volumi dei primi decenni dell’Ottocento dedicati alle raccolte vaticane, in cui notevole risalto è dato alla Deposizione di Caravaggio.

Accompagna la mostra un catalogo, edito da Edizioni Gallerie d’Italia | Skira, con saggi di Pierre Rosenberg, Francesco Leone, Luisa Martorelli e Fernando Mazzocca. 

Vademecum

Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano
Via Toledo 185
Napoli
Dal 5 dicembre 2019 al 19 aprile 2020.
Aperture straordinarie: 8, 16, 23, 26 e 30 dicembre; 1 e 6 gennaio.
Orari
Da martedì a venerdì dalle 10:00 alle 19:00 (ultimo ingresso alle 18:30).
Sabato e domenica dalle 10:00 alle 20:00 (ultimo ingresso alle 19:30).
Chiuso il lunedì.
Ingresso
Biglietto congiunto valido per la visita alle mostre temporanee e alle collezioni permanenti
acquistabile direttamente in biglietteria:
– intero: 5,00 € (disponibile anche su TicketOne)
– ridotto: 3,00 €
– ingresso gratuito per convenzionati, scuole, minori di 18 anni, clienti e dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo
Prenotazione obbligatoria per i gruppi e le scuole.
Informazioni
Numero verde: 800.454229
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Giovedì, 05 Dicembre 2019 10:57


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio