WEB-160x142.gif

Mercoledì, 16 Ottobre 2019 14:30

I capolavori della collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, a Palazzo Reale di Milano. Immagini

Scritto da 

Un’occasione unica per ammirare circa cinquanta capolavori dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e delle avanguardie dei primi del Novecento, provenienti dal Guggenheim di New York

Paul Cézanne Bibémus, ca. 1894-95 Olio su tela, 71,5 x 89,8 cm Solomon R. Guggenheim Museum, New York Thannhauser Collection, Donazione Justin K. Thannhauser  78.2514.6  © Solomon R. Guggenheim Foundation, New York (SRGF) Paul Cézanne Bibémus, ca. 1894-95 Olio su tela, 71,5 x 89,8 cm Solomon R. Guggenheim Museum, New York Thannhauser Collection, Donazione Justin K. Thannhauser 78.2514.6 © Solomon R. Guggenheim Foundation, New York (SRGF)

MILANO - Justin K. Thannhauser  fu grande collezionista e mercante d’arte in Germania, successivamente a Parigi, prima di sbarcare a New York dove la sua casa, per circa un ventennio, divenne  il luogo di incontro di  grandi personaggi del mondo della cultura, dell’arte, della musica, del teatro, del cinema, della fotografia come Leonard Bernstein, Louise Bourgeois, Henri Cartier-Bresson, Marcel Duchamp, Jean Renoir e Arturo Toscanini. 

Senza eredi, condividendo appieno la promozione dell’innovazione artistica di Solomon R. Guggenheim, Thannhauser decise nel 1963 di donare ben settantacinque opere della sua collezione, tra cui trenta lavori di Picasso, al museo americano, che dal 1965 gli ha riservato una sala. “Dopo aver vissuto per cinquecento anni in Germania – aveva dichiarato Thannhauser dopo aver perso i figli e la prima moglie – la mia famiglia è ora estinta. Per questo desidero donare la mia collezione. L’opera di tutta la mia vita trova infine il suo significato”.

Oggi la sua collezione è protagonista di una grande mostra dal titolo Guggenheim.La collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso, a cura di Megan Fontanella (curatrice di arte moderna al Guggenheim), ospitata, dal 17 ottobre al 9 febbraio 2020, a Palazzo Reale di Milano. 

Come spiegato dall’assessore alla Cultura Filippo Del Corno “In questa mostra si intrecciano una grande storia di collezionismo che ha attraversato tutto il ventesimo secolo, la volontà di un importante museo di New York che offre a Milano l’opportunità di ammirare i suoi capolavori senza attraversare l'oceano e l’impegno di Palazzo Reale nel proporre ogni anno una mostra in grado di raccontare le collezioni dei più prestigiosi musei di tutto il mondo”. 

Cinquanta sono i capolavori esposti nelle sale di Palazzo Reale. Si possono ammirare tredici opere di Pablo Picasso, tra cui  il celeberrimo Le Moulin de la Galette, dipinto dal pittore nel 1900 durante il suo soggiorno parigino; Fernanda con la mantella nera (c. 1905) di ispirazione fauvista; Donna in poltrona (1922) ispirata alla statuaria antica; poi ancora la strepitosa Donna con i capelli gialli (1931); fino ad arrivare a  L’aragosta e il gatto, opera del 1965 che fu il regalo di nozze di Picasso ai coniugi Thannhauser.

Di Vincent van Gogh sono presenti tre tele:  Le viaduc; Paesaggio innevatoMontagne a Saint-Rémy, tutti capolavori realizzati dal pittore olandese tra il 1887 e il 1889. 

Sono invece sei i quadri di Paul Cézanne che ripercorrono la sua poetica negli anni che vanno dal 1877 al 1899. Tra le opere presenti ci sono i due paesaggi Dintorni del Jas de Bouffan (1885-1887) e il magnifico Bibémus (1894-1895); Fiasco,  bicchiere  e vasellame (c. 1877) e Piatto di pesche (1879-1880) – messi a confronto con un altro paesaggio e con il celebre Uomo con le braccia incrociate (c. 1899).

Edouard Manet è presente con Davanti allo specchio del 1876, tra i  dipinti più importanti della collezione, dove il pittore ritrae una nota cortigiana, l’amante dell’erede al trono olandese, di spalle con il corsetto semiaperto. Accanto si può ammirare uno splendido paesaggio italiano di Claude Monet , Il Palazzo Ducale, visto da San Giorgio Maggiore, dipinto nel 1908 e donato al Guggenheim da Hilde Thannhauser.  Di Edgar Degas sono esposte tre splendide sculture in bronzo realizzate tra la fine dell’Ottocento e il primo decennio del Novecento: Ballerina che avanza con le braccia alzate, Danza spagnola e Donna seduta che si asciuga il lato sinistro.

Ci sono poi le  composizioni di Henri Rousseau: Gli artiglieri (c. 1893-1895) e I giocatori di football (1908)e altri magnifici dipinti di Georges Seurat, Robert Delaunay, André Derain, Juan Gris, Vasily Kandinsky, Paul Klee, Franz Marc e Henri Matisse. 

La mostra, promossa e prodotta dal Comune di Milano CulturaPalazzo Reale, MondoMostre Skira, è  organizzata in collaborazione con The Solomon R. Guggenheim Foundation, New York. Il catalogo è pubblicato da Skira. 

Vademecum

Guggenheim. La collezione Thannhauser. Da Van Gogh a Picasso
Dal 17 ottobre 2019 al 9 febbraio 2020
Milano,Palazzo Reale
piazza Duomo 12
ORARI: Lunedì 14.30-19.30 (dalle 9 alle 14.30 riservato alle scuole); Martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30; Giovedì e sabato 9.30-22.30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura
Biglietti: Intero € 14, Open € 16, Ridotto € 12, Ridotto Abbonamento Musei Lombardia € 10, Ridotto speciale € 6. Gratuito minori di 6 anni, guide turistiche abilitate con tesserino di riconoscimento, giornalisti accreditati dall'Ufficio Stampa e altre categorie convenzionate
Info: +39 02 92897755
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.mostraguggenheimmilano.it

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 16 Ottobre 2019 15:15


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio