160x142_canaletto_2.jpg

Giovedì, 15 Febbraio 2018 10:36

Mibact, siglato accordo per la valorizzazione del Museo Richard Ginori di Sesto Fiorentino

Scritto da 

Si tratta di un passo successivo all'acquisizione al patrimonio dello Stato del Museo, annunciato dal ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, il 27 novembre 2017

Interno museo Richard Ginori credits Museo di Doccia-Arrigo Coppitz Interno museo Richard Ginori credits Museo di Doccia-Arrigo Coppitz

ROMA - Il 14 febbraio è stato siglato a Roma, nella sede del  Mibact del Collegio Romano dal segretario generale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Carla Di Francesco, il vice presidente della Regione Toscana, Monica Barni, e il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, l’accordo di valorizzazione del Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia a Sesto FiorentinoRichard Ginori della Manifattura di Doccia a Sesto Fiorentino. Alla firma erano presenti per il Mibact il direttore generale Musei, Antonio Lampis, e il direttore del Polo Museale della Toscana, Stefano Casciu.

Si tratta di un altro passo in avanti verso la riapertura del Museo che documenta la storia della porcellana italiana degli ultimi tre secoli. E’ anche un passo successivo all'acquisizione al patrimonio dello Stato del Museo, annunciato dal ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, il 27 novembre 2017. 

Il museo, inaugurato nel 1965 e da sempre gestito dall'azienda stessa fino alla chiusura nel 2013, documenta oltre tre secoli di porcellana italiana e europea, dal barocco fiorentino alla produzione firmata Giò Ponti negli anni Venti del Novecento. La collezione di porcellana è affiancata da un vasto patrimonio archivistico e librario che testimonia la storia economica, sociale e culturale della Manifattura e del suo legame con il territorio. 

L'accordo siglato favorisce una efficace gestione del Museo Richard Ginori e la sua integrazione con i luoghi della cultura statali presenti in Toscana attraverso la costituzione di una Fondazione di partecipazione, aperta a soggetti privati quali le associazioni dedicate alle attività di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e all'imprenditoria. 

Ultima modifica il Giovedì, 15 Febbraio 2018 10:42



250x300.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio