BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Mercoledì, 03 Maggio 2017 17:29

Galleria Borghese di Roma. II Edizione degli Stati Generali Amici dei Musei e delle Gallerie

Scritto da 

Meno Burocrazia, potenziamento dell’Art Bonus da estendere anche a privati e terzo settore, semplificazione del quadro normativo

ROMA - Si è svolta, alla Galleria Borghese di Roma, la seconda edizione degli Stati Generali Amici dei Musei e delle Gallerie. L’iniziativa è stata promossa dall'associazione “Amici degli Uffizi” con la Presidente Maria Vittoria Colonna Rimbotti, quest'anno in collaborazione con i “Mecenati della Galleria Borghese” e la Presidente Maite Bulgari.

Ai lavori hanno partecipato, oltre al Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini,  Luca Bergamo, Vice Sindaco e Assessore alla crescita culturale di Roma; due direttori di musei del sud, Eva Degl’Innocenti, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Carmelo Malacrino, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria; Lorenzo Casini, Consigliere Giuridico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Anna Coliva, Direttore della Galleria Borghese; e Jane Thompson, Consiglio Superiore dei Beni Culturali e Paesaggistici. 

In questa occasione Franceschini ha lanciato tre proposte legislative: unificare gli strumenti attuali di sponsorizzazione ed equipararli al modello francese (il più vicino a quello italiano), potenziare l’Art Bonus e rafforzare il ruolo delle Associazioni Amici dei Musei, come veicolo della legge e destinatari di donazioni.

Potenziare lo strumento dell’Art Bonus, partendo dal modello francese o statunitense, semplificare il quadro normativo e le procedure ed estenderlo alle proprietà di privati e terzo settore sono state le richieste delle associazioni e dei musei presentate oggi al ministro.

“Gli stimoli che arrivano da associazioni come quelle degli Amici dei Musei ci sono utili per il loro investimento professionale e umano in questioni che stiamo portando avanti da due anni grazie alla legge sull’Art Bonus, che oggi è arrivata a 170 milioni di donazioni” - ha commentato il Ministro

Carolina Botti, Direttore Centrale di Ales spa, ha affermato che “il ruolo degli amici dei musei è fondamentale di fronte alla crescente domanda di risorse esterne che hanno competenze, network e possono pertanto affiancare i musei nella loro gestione ordinaria”. 

Parole che si collegano a quanto ribadito da Maria Vittoria Colonna Rimbotti, presidente degli Amici degli Uffizi: “non solo Art Bonus, e quindi donazioni parcellizzate, ma far convergere il tutto in progetti di ampio respiro e strutturati che solo le associazioni possono garantire, come avviene negli Stati Uniti dove, con una donazione agli Amici dei Musei, si riceve una detrazione direttamente sulla propria dichiarazione dei redditi”.

Grande attenzione in questa occasione ai musei del Sud Italia, rappresentati da Eva Degl’Innocenti e Carmelo Malacrino che hanno accennato al fatto che occorre potenziare l’attività delle associazioni amici dei musei in questa area della Penisola, dove sono ancora poco sviluppate. 

Patrizia Asproni, Presidente Fondazione Industria e Cultura, ha rilanciato il fatto che bisogna attuare un processo di semplificazione burocratica in particolare nelle aree d’Italia, ma anche semplificazione e supporto non solo delle grandi strutture come la Galleria Borghese, ma soprattutto per i piccoli musei che sono la parte più diffusa del Paese. Asproni ha concluso con una proposta: un’area “burocracy free”, progetti pilota che liberino alcune aree selezionate dalla burocrazia per tre anni. 

Ultima modifica il Mercoledì, 03 Maggio 2017 17:48


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio