160x142-picasso.gif

Giovedì, 23 Gennaio 2020 17:07

“Il videoclip musicale è un’opera d’arte”. Franceschini firma il decreto

Scritto da 

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo ha risposto alla petizione lanciata da musicisti, autori e cantanti italiani equiparando questa forma di espressione artistica  agli altri prodotti audiovisivi che godono del tax credit

ROMA - ’’I video musicali hanno interpretato e interpretano al meglio l'immaginario popolare, facendo sognare intere generazioni e sono delle opere d'arte”.  A dichiaralo il ministro Dario Franceschini - “Per questo motivo - ha sottolineato il ministro -  non c'era motivo di escluderli dalle agevolazioni fiscali  e stamattina ho corretto un errore: ho firmato il decreto che riconosce a questo specifico prodotto audiovisivo i benefici del tax credit, perché non c'è dubbio che i videoclip sono arte e creatività.’’

Il ministro ha quindi firmato il decreto rispondendocon questa decisione alla petizione lanciata da musicisti, autori e cantanti italiani. Il provvedimento individua dunque i videoclip come opere artistiche universalmente riconosciute, frutto dell'ingegno con contenuti creativi analoghi a quelli di altri prodotti ammessi ai benefici fiscali della legge Franceschini sul cinema come ad esempio i film, la videoarte e i videogiochi.

"I videoclip musicali sono la traduzione per immagini delle parole e dell'anima di una canzone e diventano delle piccole opere che riescono ad entrare nel nostro immaginario".  - Ha commentato il presidente Siae Giulio Rapetti Mogol - "Realizzare un videoclip è quindi una bella sfida creativa per un regista. Per questo siamo soddisfatti della decisione del Ministro Dario Franceschini che lo ha equiparato a una legittima forma d'arte"

"Ringraziamo a nome di tutti i nostri autori il ministro Franceschini per aver preso a cuore questo problema e averlo risolto. I videoclip, nati originariamente per promuovere il disco, vivono ormai di vita propria e hanno raggiunto un livello di narrazione sempre più complessa dando vita anche a nuove modalità di sceneggiatura. La loro qualità è cresciuta negli anni sino a farli diventare determinanti per il successo di alcuni brani musicali" - ha aggiunto il direttore generale Siae Gaetano Blandini.


Ultima modifica il Giovedì, 23 Gennaio 2020 17:13



250x300Haring.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio