BANNER_WEB_160X142.jpg

Giovedì, 06 Aprile 2017 13:27

“Il colore unico” di Rolando Tessadri all’Arena Studio d’Arte di Verona

Scritto da 

Una personale esclusiva a cura di Vittoria Coen con 30 opere dell’artista, la cui pittura affonda le radici nell’astrattismo geometrico del Movimento per l’Arte Concreta e del minimalismo

tessitura, 2010 n.225-226, tecnica mista su tela, cm40x80 tessitura, 2010 n.225-226, tecnica mista su tela, cm40x80

VERONA - Inaugura l’8 aprile all’Arena Studio d’Arte di Verona la personale dell’artista Rolando Tessadri dal titolo “Il colore unico”. L’esposizione, a cura di Vittoria Coen, presenta un nucleo di circa 30 opere che permettono di esplorare il linguaggio visivo di Tessadri improntato sulla ricerca del minimalismo.

La pittura che Tessadri propone affonda le sue radici nell’astrattismo geometrico del Movimento per l’Arte Concreta e del minimalismo. A partire dalla fine degli anni ’90, la sua ricerca artistica si concentra nella creazione delle Tessiture, una serie di opere caratterizzate dalla presenza di una griglia ortogonale sulla superficie della tela. La tecnica utilizzata è molto simile al frottage. Si tratta di quindi di un meticoloso processo di addizione e sottrazione delle diverse tonalità cromatiche, il cui risultato è una composizione caratterizzata da griglie regolari, nelle quali i colori si accumulano, si sommano, si sovrappongono fino a creare un “non colore”, un monocromo fra le note del grigio, dell’azzurro e del seppia. Tessadri crede da sempre nella forza pura del colore. La monocromia delle sue opere è solo apparente e viene vissuta più che altro come un’intonazione complessiva, in cui i singoli rapporti tra forma e colore sono tenuti insieme dall’intervento calibrato della luce. Ogni tela presenta, infatti, mutevoli e molteplici sfumature, tutte perfettamente calcolate all’interno di geometrie semplici, a loro volta studiate sull’elemento imprescindibile della luce. Il colore cattura le diverse intensità della luce e ne esplora i passaggi graduali.

Lo spazio della tela è una zona silente, una dimensione “altra” in cui, grazie all’energia impalpabile della luce e alla forza evocativa del silenzio, l’occhio di chi osserva può intraprendere la costruzione del nuovo a partire da espedienti minimi.

La mostra resterà aperta fino al 10 giugno 2017.

Vademecum

Il colore unico
8 aprile – 10 giugno 2017
Orari di galleria: Da martedì a domenica, ore 10.30-12.30 e 16-19.30. Lunedì su appuntamento.
Ingresso libero
Sede: ARENA studio d’arte, Via Oberdan 11, Verona
www.arenastudiodarte.it

Ultima modifica il Giovedì, 06 Aprile 2017 13:40

300x240.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio