160x142-banksy-palermo.gif

Venerdì, 02 Dicembre 2016 14:26

"I Fedeli", la personale di Laura de Santillana allo Studio Museo Francesco Messina di Milano

Scritto da 

L’artista: “Quando gli uomini non credono producono un vuoto;  io questo vuoto ho voluto riempirlo dei miei fedeli”. La mostra sarà visitabile dal 14 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017

Laura de Santillana Laura de Santillana

MILANO -  Inaugura martedì 13 dicembre  alle ore 18.00, la mostra “I FEDELI” di Laura de Santillana allo Studio Museo Francesco Messina di Via San Sisto 4/a Milano (Via Torino). 

Il curatore, Sabino Maria Frassà, introduce così l’esposizione: “nella Chiesa di San Sisto Laura de Santillana colloca 20 sculture di ferro e vetro, tutte bianche o trasparenti, ad eccezione di quattro “libri” rossi. Il dialogo tra vetro, luce e spazio innesca una forte empatia, suggestioni mutevoli e personali, attraverso le quali l’artista invita noi tutti colmare il nostro vuoto interiore e a ricercare in noi stessi (e non all’esterno) le risposte, la saggezza e l’equilibrio. Allo spettatore non resta che vivere questa mostra in silenzio come una preghiera.”  Mentre a spiegarne la genesi è l’artista stessa che dice: “La nostra è una società che vive nell’assenza. Assenza di cosa? L’assenza è sempre una mancanza di fede in qualunque modo la si voglia intendere. Quando gli uomini non credono producono un vuoto ed io questo vuoto ho voluto riempirlo dei miei fedeli. Cerco la bellezza nel senso di un’armonia profonda, non estetica,  ma trascendente. Il rosso dei “libri di vetro” non è casuale in quanto è la parte sacra, mistica, presente in ognuno di noi

La mostra, presentata dal Comune di Milano e dalla Fondazione Giorgio Pardi, è il proseguimento del percorso di Laura de Santillana con il progetto cramum (parola latina che significa “crema”, “la parte migliore) sul tema “A chi parla l’arte contemporanea?”. L’artista è inoltre presente fino al 13 gennaio con alcune opere nella collettiva internazionale “Oltre Roma” curata sempre da Sabino Maria Frassà per cramum e Accademia di Ungheria a Roma.

Laura de Santillana nasce nel 1955 a Venezia, è tra le artiste italiane più famose al mondo. Nel 2009 partecipa alla Biennale di Venezia. Sue opere sono state esposte o fanno parte di numerose collezioni pubbliche o private, tra cui Museo Vetrario di Murano, Venezia, Italia, The Corning Museum of Glass, New York, NY, USA, Victoria and Albert Museum, Londra, Gran Bretagna, Metropolitan Museum of Arts, New York, NY, USA, Seattle Art Museum, Seattle, WA, USA, MUDAC, Losanna, Svizzera, Museu de Arte de São Paulo, San Paolo, Brasile, Musée des arts décoratifs, Parigi, Francia, Kunstmuseum im Ehrenhof, Düsseldorf, Germania, Kunstsammlungen der Veste Coburg, Coburgo, Germania.

Nel 2015 aderisce al progetto cramum e partecipa alle mostre Vox Clamantis e Oltre Roma, curate da Sabino Maria Frassà.

Vademecum

I FEDELI
Laura de Santillana
A cura di Sabino Maria Frassà
Studio Museo Francesco Messina
Promosso Fondazione Giorgio Pardi – progetto cramum
14 dicembre 2016 – 8 gennaio 2017
da martedì a domenica ore 10:00 - 18:00
Inaugurazione martedì 13 dicembre 2016 18:00 – 20:00


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio