160x142-banksy-palermo.gif

Venerdì, 13 Dicembre 2019 14:45

Alla Galleria Russo il primo Gauguin impressionista

Scritto da 

“La sente des Gratte Coqs” è il titolo dell’opera inedita dell’artista che verrà esposta, per la prima volta dopo trent’anni, nella galleria romana. L’ultima esposizione risale  al 1986 nelle sale del Musée Départemental Du Prieuré di Saint-Germain

Paul Gauguin La Sente des Gratte Coqs 1882 huile sur toile cm 56 x 46 Paul Gauguin La Sente des Gratte Coqs 1882 huile sur toile cm 56 x 46

ROMA - Un’inedita tela di Paul Gauguin sarà esposta alla Galleria Russo di Roma per una settimana, a partire dal 15 dicembre 2019. Si tratta di “La sente des Gratte Coqs” che l’artista realizzò nel 1882 a Pontoise, nel suo ultimo soggiorno nella città d’arte francese, ospite dell’amico Camille Pissarro.

Un dipinto di grande importanza nel percorso di maturazione di Gauguin. Il 1882 coincide infatti con la definitiva scelta dell'artista di abbandonare il lavoro in banca e di dedicarsi esclusivamente all’arte e prelude ad una serie di trasferimenti (la Normandia, la Bretagna, la Provenza) che determineranno in maniera totale l’evoluzione del suo stile.

In questo dipinto Gauguin sembra ormai aver assimilato gli insegnamenti di Pissarro ed è pronto per superarli. Il sentiero di Gratte Coqs, rappresentato precedentemente dallo stesso Pissarro, diventa per Gauguin paesaggio simbolico, testimonianza del percorso intrapreso verso quella piena maturazione che lo renderà uno dei punti di riferimento e di snodo dell’arte moderna, nelle sue esperienze più innovative e nel suo segreto legame tra simbolismo e astrazione.

Una visione della natura,  quella di Gauguin, più intellettuale rispetto alla resa fotografica, interpretata con  accenti che, nelle opere più mature, diventeranno esplicitamente simbolisti. Nella sua struttura e nella sua idea compositiva, il dipinto in mostra costituisce quasi uno spartiacque e contiene i germi dell’opera di Gauguin degli anni successivi.

L'opera lascia quindi intravvedere un allontanamento dalla semplice dimensione ottica e naturalistica, pur utilizzando una stesura cromatica densa di materia nel pieno stile impressionista.

“Un’opera che oggi vale milioni ma che ha invece un valore inestimabile dal punto di vista artistico. - Spiega Fabrizio Russo, Direttore della Galleria Russo. - Testimonianza di quello che definiremmo l’’inizio della carriera’ di uno dei maggiori protagonisti della stagione impressionista. Un privilegio per la Galleria Russo che con i suoi 120 anni è stata espressione della storia del mercato dell’arte in Italia del ventesimo secolo”. 

Vademecum

La sente des Gratte Coqs
Via Alibert 20 - Roma
Orari: lunedì dalle 16.30 alle 19.30;
dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 19.30
06 6789949 – 06 69920692 Info www.galleriarusso.com

Ingresso gratuito

Ultima modifica il Venerdì, 13 Dicembre 2019 16:18


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio