160x142-banksy-palermo.gif

Flash News

MADRID -  Sono cinque le opere di Francis Bacon che sono state rubate a Madrid nell'abitazione di un amico ed erede del pittore irlandese morto nel 1992 nella capitale spagnola. A riferirlo è il quotidiano "El Pais", che sottolinea che si tratta del grande furto di opere d'arte contemporanea avvenuto negli ultimi decenni in Spagna.  Il proprietario delle opere, il cui valore è stato stimato intorno ai 30 milioni di euro, è stato identificato dal quotidiano con le iniziali, J.C.B., 59 anni. Il furto, confermato da fonti investigative, è avvenuto in realtà lo scorso giugno quando il proprietario non era in casa.

Mercoledì, 09 Marzo 2016 10:25

Torino. Guido Curto nuovo direttore di Palazzo Madama

Scritto da

TORINO -  È Guido Curto il nuovo direttore di Palazzo Madama, complesso architettonico e storico nel cuore di Torino patrimonio dell'Unesco. Curto prende il posto di Enrica Pagella, direttrice del Polo Reale di Torino dall'agosto dell'anno scorso.  Docente dell'Accademia Albertina, di cui è anche stato direttore, e attualmente responsabile scientifico della pinacoteca, Curto è figlio del grande egittologo Silvio Curto, per vent'anni direttore del Museo Egizio, è stato insegnante di Storia dell'Arte nelle scuole superiori prima di iniziare il percorso accademico, da Palermo a Carrara e dal 1999, appunto, all'Accademia Albertina di Torino.

VENEZIA - Il Tribunale ha accolto il ricorso degli avvocati di Vittorio Sgarbi e per questo motivo, come rende noto l’ufficio stampa del critico d’arte, verrà riammesso nei ruoli della Sovrintendenza di Venezia.  

Sgarbi - ricorda la nota - si era dimesso nel settembre 2014 per evitare una procedura di licenziamento minacciata dal ministero per via di una controversia legata alla sua aspettativa in qualità di ispettore della Soprintendenza di Venezia, incarico ricoperto dal 1974 (e dal 1989-1990 in poi in aspettativa senza assegni per mandato elettorale)". “Le dimissioni di Sgarbi, in realtà mai formalizzate, furono una reazione all'onta del procedimento disciplinare minacciato dal ministero dei Beni Culturali; quest'ultimo avviò il procedimento perché Sgarbi presentò la richiesta di aspettativa con dieci giorni di ritardo" - conclude la nota. 

FIRENZE - Il 6 marzo ha preso il via la nuova iniziativa dell'Opera di Santa Maria del Fiore, che permetterà di visitare gratuitamente, il giorno del proprio compleanno, il complesso monumentale di Piazza Duomo se si è residenti a Firenze. Questo “regalo” di compleanno darà quindi l’accesso gratuito, esibendo un documento di identità, alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, al Battistero di San Giovanni, al Campanile di Giotto, Santa Reparata, alla Cupola di Brunelleschi e al Museo dell'Opera del Duomo, tra i capolavori di Arnolfo, Ghiberti, Donatello, Luca della Robbia, Antonio Pollaiolo, Verrocchio, Michelangelo.  Ma questa non è l’unica novità, infatti la validità del biglietto unico, che consente l'accesso a tutti i monumenti che compongono il Grande Museo del Duomo, è stata estesa da 24 a 48 ore dall'ingresso al primo monumento. 

FIRENZE  - In occasione della Giornata internazionale delle donne il sindaco di Firenze Dario Nardella scrive su Facebook: ”Quest'anno abbiamo pensato di festeggiare in modo diverso l'8 marzo: leghiamo per sempre sette spazi storici di Firenze a sette grandi donne fiorentine, di scienza, arte e cultura. In giunta questa mattina abbiamo deliberato che le sale del centro culturale dell'ex carcere delle Murate saranno intitolate a Ernestina Paper, Margherita Hack, Wanda Pasquini, Elisabeth Chaplin, Gaetana (Ketty) La Rocca, Laura Orvieto e Anna Banti. Buona Festa della Donna a tutte".

PALERMO -  Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha conferito un pubblico encomio, come "tessera preziosa del mosaico Palermo" a Maria Lucia Ferruzza e Serena Raffiotta, le due archeologhe che hanno permesso di  identificare in un reperto esposto al Paul Getty Museum la "Testa di Ade", trafugata alla fine degli anni settanta dall'area archeologica di Morgantina.

"La città di Palermo - ha detto Orlando - esprime apprezzamento a due archeologhe che hanno permesso questa importante identificazione, fatta anche attraverso la collaborazione della magistratura e dell'Arma dei carabinieri. Per questo, mi è sembrato doveroso  esprimere gratitudine nei confronti di chi coniuga la legalità con l'amore per l'arte".

ROMA  - Il Rapporto 2015 'Dissesto idrogeologico in Italia' a cura dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), presentato alla Presidenza del Consiglio, dichiara che i beni culturali architettonici, monumentali e archeologici che sono potenzialmente soggetti a fenomeni franosi sono in Italia 34.651, ossia il 18,1% del patrimonio culturale totale.  Il documento precisa che oltre 10 mila di questi beni a rischio, rientrano in aree a pericolosità elevata e molto elevata. Nello scenario di pericolosità media delle alluvioni ricadono circa 29 mila monumenti, mentre sono oltre 40 mila i beni culturali a rischio nello scenario relativo a eventi estremi P1 (meno probabili, ma  piu' intensi). Le regioni con il numero piu' alto di beni a rischio nello scenario medio sono Emilia Romagna, Veneto, Liguria e Toscana. Tra i comuni, spiccano le città d'arte di Venezia, Firenze, Ravenna, Pisa e Ferrara.

NAPOLI - Il maltempo di ieri e le forti raffiche di vento hanno causato la caduta di due alberi all'interno del sito  archeologico di Pompei, alle spalle dei teatri e nel Tempio di Venere. A riferirlo in una nota è la Soprintendenza di Pompei, che spiega  "si tratta in entrambi i casi di aree già chiuse al pubblico e interessate da interventi del Grande Progetto Pompei". "L'albero nell'area del Tempio di Venere cadendo si è adagiato sulla parte superiore di Porta Marina - spiega la Soprintendenza - pertanto  a partire dalle ore 13,00 la salita di ingresso sarà chiusa al  pubblico per consentire le operazioni di rimozione dello stesso.  L'accesso per i visitatori potrà avvenire da Piazza Esedra e Piazza  Anfiteatro fino al termine dell'intervento. Il sito è regolarmente  aperto al pubblico. La Soprintendenza sta continuando il monitoraggio di tutta l'area archeologica per attivare le necessarie misure di  messa in sicurezza e verificare eventuali danni alle strutture archeologiche", conclude la nota.


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio