160x142-banksy-palermo.gif

Flash News

FIRENZE -  È stata battuta all’asta dalla casa Pandolfini a Firenze,  una lunetta in terracotta policroma di Giovanni della Robbia (Firenze 1469-1529/30). L’opera, stimata per 40/60mila euro è stata aggiudicata per 173.800 euro (compreso i diritti d'asta).  La lunetta raffigura angeli in volo ai lati di un elemento centrale: le figure sono racchiuse da un  ricchissimo festone di frutta policroma tipico della bottega dei fratelli della Robbia. È stato il critico Giancarlo Gentilini a riconoscere l’opera come lavoro dell’artista rinascimentale. 

FIRENZE - Il Museo Nazionale del Bargello, il Museo delle Cappelle Medicee, il Museo di Palazzo Davanzati ed il Museo Orsanmichele il 25 aprile resteranno aperti. Aperto anche Palazzo Strozzi che ospita la mostra Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim.  Il Bargello e le Cappelle Medicee apriranno i battenti alle ore 8.15 e chiuderanno alle 17.00 (la biglietteria chiuderà alle 16.20). Palazzo Davanzati resterà invece aperto fino alle 14.00 (la biglietteria chiuderà alle 13.20), mentre il Museo d'Orsanmichele sarà regolarmente aperto dalle 10.00 alle 17.00, con ingresso gratuito, grazie al sostegno dell'Associazione degli Amici dei Musei Fiorentini.

Apertura straordinarie del Bargello, delle Cappelle Medicee e di Palazzo Davanzati domenica primo maggio dalle ore 8.15 alle ore 14.00 (chiusura ingresso ore 13.20). Da segnalare, infine, che lunedì 2 maggio il Museo Orsanmichele sarà regolarmente aperto dalle 10.00 alle 17.00.

FIRENZE - A un mese dall'apertura, continua il record di visitatori per la mostra di Palazzo Strozzi "Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim”, curata da Luca Massimo Barbero che ha già superato le 50.000 presenze. La mostra nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Palazzo Strozzi e la Fondazione Solomon R. Guggenheim di New York e mette in scena uno straordinario e inedito confronto tra le collezioni di Solomon e Peggy, zio e nipote, in un percorso che si snoda tra le più grandi figure della storia dell'arte del XX secolo.

PARIGI - Un disegno su carta di Paul Gauguin (1848-1903) all’asta da Christie's a Parigi, ha stabilito il nuovo record per l'artista francese. Si tratta dell’opera dal titolo "L'Ibis Bleu" che è stata battuta per 601.500 euro.  Nella stessa asta parigina è stato battuto anche un raro disegno dell'artista francese Pierre-Auguste Renoir (1841-1919), dal titolo "Fleurs", che è stato aggiudicato per 841.500 euro. Complessivamente la vendita di opere moderne su carta promossa da Christie's ha totalizzato 6.406.100 di  euro.

MILANO - Al termine di complesse indagini sono stati recuperati da Carabinieri, tre importantissimi dipinti razziati nel 1944  dalle truppe di occupazione naziste a Camaiore (Lucca) dalla villa  dell'allora Principe di Lussemburgo. Lunedì 18 aprile, alle 11,30  nella Sala della Passione della Pinacoteca di Brera, a Milano, il vice comandante del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale,  Colonnello Alberto Deregibus, alla presenza del Capo del Dipartimento  reati contro il patrimonio della Procura della Repubblica di Milano, Riccardo Targetti, e della Soprintendente Belle Arti e Paesaggio, Antonella Ranaldi, presenterà il recente recupero. 

FIRENZE - Sono rientrati alla Galleria degli Uffizi i tre dipinti in prestito a Praga per la mostra Le Vanità di Tiziano – il poeta dell’immagine e le sfumature della bellezza”, che si è chiusa lo scorso 20 marzo. Si tratta dell’olio su tela Flora, databile intorno al 1515, e di due copie dell’Autoritratto dell’artista veneto. A fine esposizione la società produttrice dell’evento aveva accusato dei gravi problemi a tal punto da non riuscire a organizzare il rientro in Italia delle opere degli Uffizi e degli altri musei prestatori. Grazie alla collaborazione tra la Direzione delle Gallerie degli Uffizi, degli uffici centrali del MiBACT e del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri, le opere sono invece rientrate nel museo senza alcun problema.

ENNA - La Polizia di Stato di Enna ha sequestrato numerosi reperti archeologici di inestimabile valore. Gli oggetti, anfore, unguentari, lucerne, monete, terracotte figurate e votive e pesi per telai, verosimilmente provenienti da insediamenti abitativi o necropoli di siti indigeni ellenizzati, presenti nella Sicilia centro meridionale, possono essere collocati in un arco temporale compreso tra il V ed il II secolo a.C.. I beni archeologi sono stati affidati alla Soprintendenza ai Beni Culturali di Enna, che ha collaborato con l'ufficio investigativo della Polizia.

ROMA - Sono state rubate, durante la notte scorsa, a Roma alcune opere dello scultore spagnolo Victorio Macho (1887-1966).  Si tratta di 27 opere tra sculture e bozzetti di proprietà del comune di Palencia, cittadina natale dell'artista,che si trovavano nella capitale per essere esposte all'Istituto Cervantes per la mostra, prevista dal 14 aprile per i 50 anni dalla morte dell'artista. Le opere si trovavano ancora sul camion del trasportatore parcheggiato sul Lungotevere all'altezza di Passeggiata di Ripetta. Al momento sono in corso le indagini dei carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale. Il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, nel corso di una telefonata con il ministro spagnolo della Cultura Iigo Mèndez de Vigo, ha assicurato il massimo impegno da parte dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale per recuperare le opere.


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio