160x142-banksy-palermo.gif

Flash News

ROMA - Nessuna bancarella andrà a oscurare il murale di William Kentridge sul Lungo Tevere, tra Ponte Sisto e Ponte Garibaldi a Roma. La banchina è dunque salva e l’opera dell’artista sudafricano resterà visibile senza intralci, gazebo e stand vari dell’Estate Romana.

A deciderlo è stato il Campidoglio dopo una riunione con la sovrintendenza e l'associazione che gestisce Tevere Estate. Nei giorni scorsi era stata anche lanciata una petizione tramite Change.org, per evitare che le bancarelle invadessero quella sorta di "oasi" artistica. All'appello avevano aderito diverse personalità del mondo della cultura, oltre che comuni cittadini. Di diverso parere rispetto alle bancarelle sulla banchina si è dichiarato invece Vittorio Sgarbi, secondo il quale far entrare l’arte nella vita di tutti i giorni è comunque uno degli obiettivi della street art.  

MONTREAL - In occasione della mostra "Pompei una città romana" presso il Musee des Beaux-arts di Montreal, l'Istituto guidato da Francesco D'Arelli ha promosso, tra le varie iniziative, anche due conferenze che vedono protagonista il maggiore Luigi Mancuso, comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Palermo. Si parla infatti di tutela del patrimonio culturale e di lotta al traffico di opere.

La prima conferenza intitolata "Falsificazione e traffico illecito di opere d'arte d'Italia nel mondo" è stata ospitata ieri dall'Istituto, mentre la seconda si svolgerà il 25 maggio nell'Auditorium Maxwell-Cumming del museo, nell'ambito del workshop sul tema "Cops and Robbers, and Archaeologists". Il maggiore Mancuso tratterà di "Illegal trafficking of antiquities. Security and protecting the heritage of Italian culture". Le due conferenze rappresentano un’occasione per mostrare, ancora una volta, l'eccellenza scientifico-operativa del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, di recente anche attivo con la Task Force Unite4Heritage nelle aree di crisi e nell'ambito di missioni di pace, dove la salvaguardia e la tutela del patrimonio culturale sono fra le priorità.

VERONA - Le 17 opere del Museo di Castelvecchio recuperate dopo essere state trafugate, saranno esposte in Ucraina. Il sindaco di Verona, Flavio Tosi, in una nota, confermando il suo benestare ha dichiarato: ”Riteniamo doveroso dare il nostro assenso alla richiesta del Presidente ucraino Petro Poroshenko, giunta a noi attraverso il Ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, affinché le 17 opere vengano esposte per circa 15 giorni in Ucraina,  Paese che, in collaborazione con la Procura ed i nostri investigatori, ci ha fatto un regalo enorme ritrovando e restituendo i quadri che ci erano stati rapinati da dei criminali armati". "Si tratta di un piccolo segno di gratitudine da parte della città di Verona: siamo felici di poter fare in modo che il popolo ucraino possa godere della bellezza dei nostri capolavori, prima che questi tornino a Castelvecchio; un gesto che vuole anche rafforzare il rapporto di  collaborazione economica, turistica e culturale che già esiste tra l'Ucraina e il nostro territorio", ha concluso Tosi.

VERONA - Sono partiti per Kiev i due periti nominati dalla Procura della Repubblica di Verona per verificare i 17 dipinti recuperati in Ucraina, dopo essere stati trafugati nella rapina del 19 novembre scorso al museo di Castelvecchio. Paola Marini, direttore del Museo veronese all’epoca della rapina e ora direttrice delle  Gallerie dell'Accademia di Venezia e Ettore Napione dovranno esaminare i dipinti insieme a una commissione di esperti nominati dal presidente ucraino Petro Poroshenko.  I dipinti trafugati a Verona, tra cui Mantegna, Tintoretto e Rubens, hanno un valore stimato di circa 20 milioni di euro. Attualmente non è ancora nota la data del loro rientro in Italia, ma si sa che la Farnesina metterà a disposizione un volo di Stato per riportare in patria i quadri.

CITTA' DEL VATICANO - Si terrà il 21 maggio alle 11,50, presso la Chiesa di Santo Stefano degli Abissini in Città del Vaticano, un incontro tra il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini e il cardinale Gianfranco Ravasi nell'ambito del Forum "La bellezza salverà il mondo". Un faccia a faccia su i temi della bellezza, la cultura, l'arte, il patrimonio artistico e la spiritualità.

Il ministro Franceschini giungerà a Città del Vaticano a bordo di un treno degli anni '20 messo a disposizione da Fondazione FS che partirà alle 9,25 dalla Stazione Termini. Nella nota diffusa dal Mibact si legge: "Sarà l'occasione per ragionare sull'attuale stato dell'arte in materia di tutela dei Beni Culturali, con attenzione alle prospettive future e alla condivisione di misure e proposte volte a migliorare la gestione del patrimonio artistico e architettonico italiano.

FIRENZE  - La Galleria degli Uffizi firmerà un accordo di cooperazione con l'Università dell'Indiana (Usa) per la digitalizzazione in 3D del patrimonio archeologico greco e romano appartenente alla collezione delle Gallerie. L’impresa vedrà impegnato anche il Politecnico di Milano e l'Università di Firenze. La presentazione del progetto avverrà  mercoledì 25 maggio in una conferenza stampa alla quale presenzieranno Eike Schmidt (direttore delle Gallerie degli Uffizi), Michael A. McRobbie (presidente dell'Università dell'Indiana), Bernard Frischer (professor of Informatics, Virtual Heritage Track Informatics and Computing) e Fabrizio Paolucci (curatore dell'arte etrusca, greca e romana degli Uffizi). Al termine della presentazione il direttore Schmidt e il presidente McRobbie firmeranno l'accordo. 

FIRENZE - La mostra Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim a sessanta giorni dalla sua apertura continua ad avere un grande successo di pubblico, basti pensare ha già superato le 100mila visite. Un successo questo che porta la rassegna, aperta fino al prossimo 24 luglio, ai vertici delle mostre più visitate in Italia.

MILANO - È stata presentata dal FAI l'ottava edizione del censimento "I luoghi del cuore" che mette in risalto monumenti e siti di interesse culturale poco conosciuti e bisognosi di restauro. Questa edizione è  stata dedicata a Khaled al-Asaad, direttore del sito di Palmira ucciso dall'Isis nel 2015. Obiettivo dichiarato è raggiungere 2 milioni di segnalazioni.  Ai tre siti più votati andranno rispettivamente 50, 40 e 30mila euro. Dei 33 mila luoghi votati dal 2003 in quasi 6mila comuni, 68 sono stati interessati da interventi promossi da Fai e Intesa Sanpaolo. Il presidente onorario di Fai, Giulia Maria Crespi,  ha rivolto un appello al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, tra i testimonial dell'edizione: "Stanziando 1 miliardo ha fatto qualcosa di mai visto prima. Ma dia risorse alle soprintendenze e porti il turismo nei siti minori". 

 


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio