160x142-banksySarzana.gif

Flash News

TORINO - In poco più di otto mesi la Reggia Venaria di Torino ha registrato oltre 700mila visitatori,  superando di gran lunga le presenze registrate nel 2015 e negli anni precedenti. I dati si riferiscono al 10 settembre. Ad illustrarli è stato il direttore della Venaria, Mario Turetta, il quale ha sottolineato l’importanza in questo caso ricoperta dalla “ricchezza, la quantità e la qualità delle mostre allestite” nella residenza sabauda. Oltre alla nuova esposizione proseguono infatti la mostra Il mondo di Steve McCurry, che al 10 settembre ha raggiunto i 136 mila visitatori, e Meraviglie degli Zar, che da metà luglio ha avuto quasi 44 mila visitatori.

PALERMO -  Grande successo di pubblico per la mostra ''Tormenti e incanti'' dedicata al pittore Antonio Ligabue a Palazzo dei Normanni di Palermo. L’esposizione, realizzata in collaborazione con la Fondazione Museo Antonio Ligabue, è stata inaugurata il 19 marzo scorso e si chiusa il 18 settembre. In questi mesi ha registrato 210 mila presenze, comprese le 15mila della ''Notte reale'' dello scorso 29 luglio. 

Spiegano gli organizzatori: “Un successo di pubblico che supera anche quello riscosso lo scorso anno con la mostra 'Via Crucis, La Pasión de Cristo" di Fernando Botero che, nello stesso periodo arrivò a 180mila ingressi. Anche la decisione del presidente e del direttore generale della Fondazione Federico II, Giovanni Ardizzone e Francesco Forgione, di prolungare la permanenza delle opere nella Sala Duca di Montalto del Palazzo Reale per 18 giorni "è stata premiata dal pubblico con quasi 19mila visitatori”.

Insomma i risultati sono stati decisamente superiori alle aspettative, il che è lusinghiero, ha commentato Giovanni Ardizzone, presidente dell'Assemblea regionale siciliana e della Fondazione Federico II. 

A quanto pare è risultata vincente anche la formula del biglietto unico tra Palazzo Reale e Cappella Palatina, oltre all’offerta culturale di alto livello in un luogo che da un anno è diventato patrimonio dell’Unesco. 

Tra i reperti l'armatura di un guerriero del V secolo a.C, gioielli, ornamenti, anfore: oltre 200 i pezzi rinvenuti a casa di un medico di Piana di Sorreto

FIRENZE - A partire dal 16 settembre è possibile visitare i monumenti della Cattedrale di Firenze e il Museo dell’Opera del Duomo, acquistando una Card che consente al titolare un ingresso giornaliero, per un anno, e l’accesso prioritario a ogni monumento, evitando così la fila.

La Card, come il biglietto unico, permette la visita di tutti i monumenti del “Grande Museo del Duomo” (Battistero, Cupola del Brunelleschi, Campanile di Giotto, Santa Reparata, Museo dell’Opera del Duomo). Il costo della Fidely Card è di 50 euro contro i 15 di un normale biglietto. La Fidelity Card, questo il suo nome, dà diritto anche a sconti e agevolazioni su visite guidate esclusive, tour tematici ed eventi speciali, oltre a promozioni nei punti vendita dei monumenti di Piazza del Duomo e nello shop online. E’ consigliato registrarsi sul sito dell’Opera di Santa Maria del Fiore https://www.ilgrandemuseodelduomo.it/fidelity-card) e poi ritirare la Card alle biglietterie dei monumenti, così da ricevere periodicamente la newsletter con le informazioni e le promozioni.

Giovedì, 15 Settembre 2016 18:18

Prorogata la mostra di Steve McCurry alla Reggia Venaria

Scritto da

TORINO -  La mostra "Il mondo di Steve McCurry" alla Reggia Venaria è stata prorogata fino al 16 ottobre 2016. Sono stati oltre 120 mila visitatori a fine agosto per le foto del maestro premiato più volte con il World Press Photo Awards. La decisione è stata quindi presa in seguito al grande successo che l'esposizione ha avuto nei mesi estivi. La mostra comprende le fotografie più famose della trentennale carriera professionale di Steve McCurry, ma anche alcuni dei suoi lavori più recenti e altre foto non ancora pubblicate nei suoi numerosi libri.

NAPOLI  - Un frammento del fregio sabaudo, posto sopra al portone d’ingresso del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, si è staccato questa mattina precipitando al suolo. Si è trattato di una porzione contenuta, una integrazione di un vecchio restauro, come spiegato dal direttore del Man Paolo Giulierini. La caduta non ha provocato danni a persone o cose, nel frattempo l’ingresso è stato transennato per permettere all’Ufficio Tecnico di fare alcune verifiche sulla facciata. 

L’ingresso dei visitatori al Museo avverrà dunque attraverso il portone del Centro Studi, attiguo all'ingresso principale, fino al termine delle verifiche. 

BOLOGNA - La mostra "David Bowie is", unica tappa italiana della prima retrospettiva dedicata alla straordinaria carriera di David Bowie, una delle mostre di maggior successo degli ultimi anni, realizzata dal Victoria and Albert Museum di Londra (V&A) e allestita al MAMbo di Bologna, aggiunge una nuova serata di apertura prolungata al pubblico. Dal 10 settembre infatti i visitatori potranno vederla di sera anche al sabato, oltre al giovedì, fino alle 23 con chiusura della biglietteria alle 22. L’esposizione, aperta lo scorso 14 luglio andrà avanti fino al 13 novembre 2016. Ad oggi ha avuto un pubblico numeroso e internazionale: al 31 agosto i biglietti venduti sono stati in totale 32.125.

FIRENZE - Il sindaco di Firenze Dario Nardella, nel corso degli Stati generali dei musei, nel capoluogo toscano ha comunicato i risultati relativi all’applicazione dell’Art Bonus che, a quanto riferisce il primo cittadino, ha permesso di raccogliere da privati, circa  3 milioni e 200 mila euro per il mantenimento o il restauro di opere d'arte. 

"La volontà esplicita del Governo, e anche la nostra, è di inaugurare un nuovo patto della cultura tra pubblico e privato", ha detto Nardella. "Intorno al contributo del privato deve essere superato un approccio vecchio e ideologizzato per il quale la cultura è gestita solo da pochi vestali. Non ci deve essere più tale contrapposizione. Ma - ha concluso Nardella - bisogna avere le idee chiare. Aprire al privato non significa né privatizzare i beni culturali né una bieca".


300x250-banksySarzana.gif

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio