160x142 2.jpg

Flash News

Venerdì, 12 Aprile 2019 16:07

Napoli. Museo Madre, raddoppio superficie espositiva

Scritto da

NAPOLI - Presto il museo di arte contemporanea Madre di Napoli vedrà ampliare fino al raddoppio la superficie espositiva. A comunicarlo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine della presentazione della mostra "Caravaggio a Napoli”. “Una scelta coraggiosa che guarda al futuro" - ha detto De Luca, ipotizzando una spesa tra i 7 e i 9 milioni di euro. "C'è un complesso edilizio proprio a fianco al Madre - ha spiegato De Luca - che è stato messo in vendita. L'investimento è rilevante perché al di là dell'acquisto dell'edificio, c'è poi la ristrutturazione dell'edificio stesso".  “Stiamo cercando di dare una dimensione adeguata e congrua a un museo di arte contemporanea che può diventare veramente un polo di valore internazionale” - ha concluso

ROMA - I Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale hanno recuperato 32 opere d’arte trafugate. Tra queste anche tre dipinti settecenteschi degli artisti Angelo Maria e Giovanni Crivelli, attivi per i Savoia a Stupinigi, rubati nel 1980, che ora torneranno al Castello di  Agliè (Torino). 

"Il  ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli - si  legge in una nota del Mibac - plaude all'operazione condotta dai carabinieri del NucleoTutela Patrimonio Culturale, che ha consentito il recupero di 3 tesori d'arte trafugati".    

NAPOLI - Sono intervenuti i Carabinieri a bloccare una giovane turista inglese di 20 anni, dopo che aveva staccato le tessere di un mosaico all’interno degli Scavi di Pompei. I custodi del Parco archeologico si erano infatti accorti che la donna aveva asportato circa unadecina di pezzi dal pavimento mosaicato della Domus dell’Ancora. La notizia è stata diffusa dal quotidiano “Il Mattino”.  La donna, secondo quanto riportato, avrebbe scavalcato il cordolo posto a protezione della zona per poter staccare le tessere del mosaico. I custodi hanno immediatamente allertato i militare che sono quindi intervenuti, impedendo alla giovane turista di uscire dagli Scavi. La giovane è stata denunciata per per danneggiamento aggravato. Oggi stesso invece i restauratori del Parco Archeologico inizieranno i lavori per rimettere a posto le tessere asportate. 

FIRENZE - Fortunatamente è stata bloccata dai carabinieri la turista colombiana di 69 anni che, domenica 24 marzo, ha imbrattato una colonna del Corridoio Vasariano, all'altezza del Ponte Vecchio, con un pennarello per scrivere il proprio nome. La donna è stata denunciata e dovrà rispondere del reato di imbrattamento.

FIRENZE - Intervistato dal quotidiano tedesco Handelsblatt, il direttore degli Uffizi, Eike Schimidt, ha affermato di non avere novità riguardo il suo futuro, quindi all’ipotesi di poter rimanere agli Uffizi. 

Dal 1 novembre 2019, infatti, Schmidt prenderà servizio al Kunsthisstorissches Museum di Vienna. “Ho partecipato al concorso per il museo di Vienna e quando ho saputo di averlo vinto, nel settembre 2017, l'ho subito detto. Sulla possibilità di restare a Firenze "Non dipende da me, non ho discrezionalità” - ha specificato.  Al momento non ci sono novità da parte del Mibac. 

Da martedì a domenica, durante la Settimana dei musei che ha permesso l'ingresso gratuito in tutti i siti statali, alle Gallerie degli Uffizi “c’é stato un totale di 111.205 visitatori, di cui 40mila agli Uffizi, 38mila a Boboli e 33mila a Palazzo Pitti". Lo ha annunciato il direttore delle Gallerie, Eike Schmidt, al Collegio romano durante la  presentazione del sistema “ammazzacode”.  "La Settimana dei musei ha dimostrato la validità di questo sistema - ha detto il direttore - e rispetto alla situazione rallentata in cui i visitatori si concentravano agli Uffizi, adesso il divario tra i siti si è ridotto del 6%, con la fruizione degli Uffizi al 36%, quella di Boboli al 34% e quella di Palazzo Pitti al 30%. Il prossimo passo - ha detto - è allargare il sistema: siamo già in accordo con il Museo archeologico e poi ce ne saranno altri". 

LONDRA - La "Ragazza con il palloncino”,  rinominata "Love is in the Bin”, in seguito all’autodistruzione avvenuta all’asta da Sotheby’s a Londra,  verrà esposta per un mese al museo tedesco Frieder Burda Museum di Baden-Baden. 

L’opera venne dipinta originariamente nel 2002 su un muro di Londra e successivamente fu riprodotta su tela.  All’asta da Sotheby’s l’opera, subito dopo essere stata battuta per un milione e 42mila sterline, era stata tagliata a striscioline, per metà della sua lunghezza, da un meccanismo montato dallo stesso Banksy prima dell’asta. 

Dopo l’esposizione a Baden-Baden (fino al 3 marzo), il quadro sarà trasferito alla Staatsgalerie di Stoccarda. I due musei hanno deciso di non far pagare il biglietto al pubblico per vedere l'opera.

La mostra "Tintoretto 1519 - 1594" allestita a Palazzo Ducale di Venezia è stata visitata da oltre 130mila persone. Le celebrazioni del cinquecentenario della nascita hanno coinvolto l'intera città e le più importanti personalità e istituzioni internazionali in un grande lavoro di studio e valorizzazione delle opere e del genio artistico di Jacopo Robusti detto Tintoretto. Un lavoro che ora troverà forma e sede alla National Gallery of Art di Washington, dove il 10 marzo aprirà l’esposizione "Tintoretto. Artist of Renaissance Venice". 

A Palazzo Ducale entreranno invece le opere di un altro grande veneziano e dei suoi contemporanei. Aprirà infatti il prossimo 23 febbraio la mostra "Canaletto e Venezia”. 

Pagina 1 di 40


300x250 2.jpg

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio