160x142_canaletto_2.jpg

Lunedì, 14 Maggio 2018 14:26

Da giugno la nuova programmazione della GAMeC di Bergamo

Scritto da 

Quattro mostre aprono il nuovo ciclo delineato dal neo Direttore Lorenzo Giusti, ma anche laboratori e performance e l'happening – After Opening

BERGAMO - Mancano ancora poche settimane all’apertura della programmazione estiva della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, sotto la direzione di Lorenzo Giusti.

Si comincia il 7 giugno con quattro nuove mostre. La prima è  Il diletto del praticante dello scultore americano Gary Kuehn (Plainfield, New Jersey, 1939), a cura di Lorenzo Giusti.

Suddivisa tra gli spazi espositivi della Galleria e la prestigiosa Sala delle Capriate, nell’antico Palazzo della Ragione di Bergamo, la mostra accoglierà un nucleo significativo di circa 70 opere, tra le più importanti della produzione dell’artista. 

L’allestimento della mostra nella Sala delle Capriate costituisce una tra le maggiori novità della nuova programmazione della GAMeC, grazie all’intesa culturale che il Comune di Bergamo ha costruito con l’istituzione affinché anche Palazzo della Ragione diventi luogo espositivo di arte contemporanea per i prossimi tre anni. Fino al 2020, infatti, lo spazio fungerà da sede esterna nel periodo estivo, con una programmazione strettamente legata al calendario espositivo della Galleria, che per la prima volta resterà aperta anche nel mese di agosto: gli abitanti della città e i numerosi turisti in visita potranno così scoprire i nuovi progetti espositivi in entrambe le sedi.

Lo Spazio Zero ospiterà la mostra Enchanted Bodies / Fetish for Freedom, a cura di Bernardo Mosqueira, vincitore della nona edizione del Premio Lorenzo Bonaldi per l’Arte – EnterPrize, riconoscimento che dal 2003 sostiene la ricerca di un curatore under 30.

Al secondo piano, il primo appuntamento de La Collezione Impermanente, una piattaforma espositiva e laboratoriale che andrà a costituire nei prossimi anni uno strumento di ricerca sul patrimonio custodito, uno spazio di riflessione sul collezionismo e sulle politiche istituzionali di acquisizione e un terreno di sperimentazione curatoriale propedeutico all’apertura della nuova sede del museo.

Il lancio della piattaforma è stato affidato all'artista rumeno Dan Perjovschi, invitato dalla GAMeC a progettare una provocatoria campagna pubblicitaria per gli spazi cittadini e per i canali social della Galleria, che intende stimolare una riflessione sulla crisi del modello tradizionale di museo legato alle collezioni e, al contempo, sulla problematica trasformazione delle istituzioni culturali in spazi per eventi spettacolarizzanti.

I sei manifesti d’artista saranno visibili nelle strade della città di Bergamo a partire dal 16 maggio, anticipando l’apertura ufficiale de La Collezione Impermanente #1 – primo appuntamento di questo ciclo – a cura di Valentina Gervasoni e Fabrizia Previtali.

Continua inoltre la partecipazione della GAMeC ad Artists’ Film International, il prestigioso network dedicato alla videoarte che, dal 2008, coinvolge alcune tra le più importanti istituzioni internazionali d’arte contemporanea.

Per questa decima edizione – il cui tema è la “verità”, nelle sue connotazioni più ampie e diversificate – le curatrici Sara Fumagalli e Valentina Gervasoni hanno selezionato l’artista italiana Elena Mazzi (Reggio Emilia, 1984) e l’opera I’m Talking to You (2016-2018). 

Non solo mostre!

In occasione dell’inaugurazione delle ore 19:00, gli spazi della GAMeC saranno la cornice di una serie di eventi collaterali che coinvolgeranno diverse fasce di pubblico.

Dalle 17:00, i Servizi Educativi della Galleria offriranno ai giovanissimi appassionati d’arte contemporanea l’opportunità di visitare in anteprima le mostre e di partecipare a un divertente laboratorio "diffuso" tra le sale espositive e il cortile esterno.

Durante la serata, sarà inoltre possibile prendere parte alle performance ideate da Tania Bruguera e Carolina Caycedo ­– artiste coinvolte nel progetto Enchanted Bodies / Fetish for Freedom – e da Myriam Lefkowitz.

Inoltre, sarà possibile partecipare all’ultimo appuntamento con Walk, Hands, Eyes (Bergamo), il progetto di Myriam Lefkowitz che vede il coinvolgimento di alcuni studenti dell’Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo, guide d’eccezione che accompagneranno i partecipanti in una passeggiata silenziosa, e ad occhi chiusi, tra le vie della città, verso una scoperta inedita dello spazio urbano.

La performance è parte della mostra Linee di forza + varie sensazioni – uno dei due progetti vincitori della Sezione scuole curatoriali della nona edizione del Premio Lorenzo Bonaldi per l’Arte - EnterPrize – che resterà in visione presso lo Spazio Caleidoscopio fino al 20 maggio, per poi riaprire in via eccezionale in occasione dell’inaugurazione.

Durante la serata, il cortile del museo ospiterà l’evento Happening – After Opening, un grande party organizzato in collaborazione con il GAMeC Café per festeggiare insieme la nuova programmazione, tra arte, happy hour e dj-set!

Inoltre, dalle 19:00 alle 22:00 un servizio navetta permetterà ai visitatori di spostarsi tra la GAMeC e Città Alta, per visitare entrambe le sedi che resteranno aperte fino alle 22:00.

8 GIUGNO – 26 AGOSTO 2018

GARY KUEHN

IL DILETTO DEL PRATICANTE

a cura di Lorenzo Giusti

GAMeC, Galleria I piano / Città Alta, Palazzo della Ragione - Sala delle Capriate

8 GIUGNO – 9 SETTEMBRE 2018

PREMIO LORENZO BONALDI PER L’ARTE – ENTERPRIZE

IX EDIZIONE

ENCHANTED BODIES / FETISH FOR FREEDOM

a cura di Bernardo Mosqueira

GAMeC, Spazio Zero

8 GIUGNO – 9 SETTEMBRE 2018

LA COLLEZIONE IMPERMANENTE #1

a cura di Valentina Gervasoni e Fabrizia Previtali

GAMeC, Galleria II piano

8 GIUGNO – 9 SETTEMBRE 2018

ARTISTS’ FILM INTERNATIONAL – X EDIZIONE

a cura di Sara Fumagalli e Valentina Gervasoni

GAMeC, Sala proiezioni

Vademecum

GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo
Via San Tomaso, 53
24121 Bergamo
Tel. +39 035 270272
gamec.it

 

Ultima modifica il Lunedì, 14 Maggio 2018 14:47



250x300.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio