WEB-160x142.gif

Mercoledì, 24 Luglio 2019 14:37

Intesa Sanpaolo sostiene la mostra “Last Supper in Pompeii” all’Ashmolean Museum di Oxford. Immagini

Scritto da 

La collaborazione, che perdura da diversi anni, con la Oxford University rappresenta una delle partnership più qualificanti - spiega Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer della Banca

Fresco wall panel showing a dinner party with painted messages: FACITE VOBIS SUAVITER EGO CANTO and EST ITA VALEAS (make yourselves comfortable; I am singing; go for it!) AD 40–79 Pompeii, House of the Triclinium 68 x 72 cm Museo Archeologico Nazionale di Napoli Fresco wall panel showing a dinner party with painted messages: FACITE VOBIS SUAVITER EGO CANTO and EST ITA VALEAS (make yourselves comfortable; I am singing; go for it!) AD 40–79 Pompeii, House of the Triclinium 68 x 72 cm Museo Archeologico Nazionale di Napoli

OXFORD –  Last Supper in Pompeii” è il titolo della mostra ospitata, dal 25 luglio 2019 al 12 gennaio 2020, presso l’Ashmolean Museum of Art and Archaeology di Oxford (UK). L’esposizione gode del sostegno di Intesa Sanpaolo e rientra nell’ambito del denso programma della Banca a supporto di qualificate attività e istituzioni artistiche e culturali in Italia e all’estero. 

"La collaborazione, che perdura da diversi anni, con la Oxford University, un'istituzione riconosciuta tra le migliori al mondo nel campo della ricerca e della formazione, - spiega Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer Intesa Sanpaolo - rappresenta per Intesa Sanpaolo una delle partnership più qualificanti. Grazie ad essa, Intesa Sanpaolo e i suoi manager - così come giovani studenti meritevoli - hanno la possibilità di accrescere le proprie competenze in un luogo storicamente consacrato alla conoscenza e all'approfondimento". "Un legame  - sottolinea Lucchini - che oggi si arricchisce di un nuovo significato  con il nostro sostegno a una mostra che racconta la vita quotidiana degli antichi Romani e offre un notevole contributo scientifico alla diffusione della storia e della cultura italiana, a partire da scoperte archeologiche anche recenti. E' una ulteriore testimonianza di come l'arte e la cultura siano parte integrante del nostro operare come Banca, un aspetto che non viene tralasciato anche in una collaborazione di tale importanza, una delle più ampie stabilite finora da Intesa Sanpaolo con atenei esteri" - conclude.

L’esposizione presenta oltre 300 reperti archeologici, alcuni di recente scoperta, tra cui oggetti di uso quotidiano, utensili, vasi, persino resti di cibi carbonizzati e preservati dalle ceneri del vulcano, mosaici e tesori provenienti dal Parco archeologico di Pompei e di Paestum, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal British Museum, dal Museo Archeologico di Londra e da collezioni private.

Vademecum

Last Supper in Pompeii, a cura di Paul Roberts
Ashmolean Museum, UNIVERSITY OF OXFORD, Beaumont Street, Oxford OX1 2PH
25 luglio 2019 – 12 gennaio 2020
Tariffe: £12.25/£11.25
Info: www.ashmolean.org

Ultima modifica il Mercoledì, 24 Luglio 2019 14:57


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio