IMG_4882.JPG

Mercoledì, 13 Aprile 2016 09:19

Terracina. Sequestrati reperti archeologici per un valore di 300mila euro

Scritto da 

Grazie a una operazione della Guardia di Finanza sono stati recuperati circa 60 pezzi tra anfore, ciotole, catini e vasellame di notevole interesse storico e archeologico

ROMA - I Finanzieri di Latina hanno portato a termine un’operazione che ha condotto al recupero di numerosi reperti archeologici di diversa tipologia, fattura e provenienza, ma tutti di notevole pregio. Il sequestro è avvenuto il 12 aprile dopo che i militari, su delega della Procura della Repubblica di Latina, hanno eseguito 54 perquisizioni, nella zona demaniale del porto di Terracina in uso ai pescatori della zona e a 4 abitazioni di persone residenti a Terracina. 

I reperti sequestrati sono di notevole interesse storico, artistico e archeologico. Si tratta infatti di circa 60 oggetti tra anfore, ciotole, catini e vasellame. Materiali di pregio, tra cui anfore e pezzi di anfore dei tipi Libico, Siriaco e Greco-Italico datate dal II Secolo A.C. al IV Secolo D.C.; Anfore di età Medievale; brocche di età Imperiale, Altomedievale e del XIV Secolo; Ollette del IX Secolo; catini e piatti in ceramica medievale per un valore di circa 300mila euro. I reperti sequestrati saranno ora esposti al Museo Civico Pio Capponi di Terracina che sarà inaugurato il 5 maggio.

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Aprile 2016 09:27



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio