Stampa questa pagina
Martedì, 26 Marzo 2019 14:29

Uffizi, aumenta l’offerta didattica e arriva l'elenco degli educatori museali

Scritto da 

L'obiettivo è quello di reperire professionisti ai quali affidare incarichi di progettazione e conduzione di attività didattiche e laboratori con bambini, ragazzi,  famiglie, disabili

FIRENZE - Le Gallerie degli Uffizi danno il via a una nuova offerta, dopo aver stilato un apposito bando, con la  volontà di potenziare i servizi educativi a disposizione del  complesso. E’ stato quindi creato un elenco di operatori con esperienza nell'educazione museale in grado di mettere in piedi  attività didattiche e laboratori con bambini, ragazzi,  famiglie, disabili.

All'elenco potranno attingere non solo gli Uffizi ma anche  altri musei o luoghi della cultura statali al fine di reclutare  personale per realizzare iniziative del settore. La creazione ed  organizzazione dell'elenco è stata effettuata grazie all'impegno  congiunto delle Gallerie e della Direzione Generale Educazione e  Ricerca del Mibac.      

L'elenco sarà aggiornato ogni anno, attraverso l'indizione di un  apposito bando. “Tale strumento - si legge in una nota - permetterà al Dipartimento per  l'Educazione delle Gallerie degli Uffizi di svolgere le proprie  attività nella pienezza dell'autonomia scientifica e metodologica,  diffondendo le pratiche didattiche che lo hanno caratterizzato nella  sua lunga storia. Il dipartimento per l'Educazione, composto dall'area Scuola e Giovani e da quella per l'Accessibilità e la Mediazione  culturale, è stato il primo organismo museale di questo tipo ad essere fondato in Italia nel 1970”.       

"Siamo lieti di aver condiviso con le Gallerie degli Uffizi l'avvio  di uno strumento che certamente contribuirà a dare ulteriore impulso  alla promozione dell'educazione al patrimonio culturale, valorizzando  nello stesso tempo le tante competenze professionali che operano in  quest'ambito" -  ha commentato Francesco Scoppola, responsabile  direttore generale Educazione e Ricerca Mibac a Roma.

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt spiega: "grazie a questa  iniziativa la crescita delle attività didattiche delle Gallerie degli  Uffizi, una priorità fin dal mio arrivo a Firenze nel 2015, si amplia, creando la possibilità di attingere ad operatori del settore per  aumentare e diversificare la nostra offerta formativa, dando anche  opportunità di lavoro a professionisti di tutte le generazioni e  livelli di esperienza e specializzazioni"

Lo scorso anno l’attività educativa portata avanti dagli Uffizi è stata intensa. Nel 2018 gli incontri didattici  organizzati sono stati 881 e vi hanno preso parte 19.669 partecipanti. Le iniziative dedicate al tema dell'accessibilità dei musei per tutti  e quelle legate alla mediazione culturale sono state 173, e 1.308  persone hanno preso parte agli eventi. Inoltre 1.200 studenti hanno  trascorso agli Uffizi il loro periodo di alternanza scuola-lavoro.

Ultima modifica il Martedì, 26 Marzo 2019 19:13
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)