IMG_4882.JPG

Giovedì, 13 Dicembre 2018 12:43

Mario Merz Prize. Annunciati i finalisti della terza edizione del premio internazionale per il settore arte

Scritto da 

Sono Bertille Bak, Mircea Cantor, David Maljkovic, Maria Papadimitriou, Unknown Friend gli artisti scelti dalla giuria composta da Samuel Gross, Claudia Gioia e Beatrice Merz 

David Maljkovic, Unknown Friend, Maria Papadimitriou, Bertille Bak, Mircea Cantor David Maljkovic, Unknown Friend, Maria Papadimitriou, Bertille Bak, Mircea Cantor

La Fondazione Merz ha annunciato i finalisti della terza edizione del premio internazionale Mario Merz Prize, per il settore arte. Il Mario Merz Prize, a cadenza biennale, nasce con l’intenzione di individuare e segnalare, attraverso la competenza di una fitta rete internazionale di esperti, personalità nel campo dell’arte e che, parallelamente, consenta a giovani compositori di proporsi per un progetto innovativo di musica contemporanea. Il progetto vuol dar vita a una nuova rete di programmazione espositiva e di attività musicale in Italia e in Svizzera. La scelta di gemellare due nazioni è scaturita dalle caratteristiche dei due Paesi: entrambi centri di produzione e di cultura. La Svizzera rappresenta inoltre, l’origine e la nazionalità di Mario Merz e l’Italia la sua nazione d’adozione e il luogo di creazione. 

Sono Bertille Bak (Francia, 1983), Mircea Cantor (Romania, 1977), David Maljkovic (Croazia, 1973), Maria Papadimitriou (Greta, 1957) e Unknown Friend, duo composto da Stephen G. Rhodes (USA, 1977) e Barry Johnston (USA, 1980), gli artisti scelti dalla giuria, composta da Samuel Gross (responsabile artistico Istituto Svizzero), Claudia Gioia (curatrice indipendente) e Beatrice Merz (presidente Fondazione Merz).

Dal 3 giugno al 6 ottobre 2019 i cinque finalisti saranno protagonisti di una mostra collettiva nella sede della Fondazione Merz di Torino.

In seguito, la giuria finale composta da curatori e direttori di istituzioni museali internazionali: Manuel Borja-Villel (direttore Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid), Lawrence Weiner (artista), Massimiliano Gioni (direttore Artistico New Museum, New York - direttore artistico Fondazione Trussardi, Milano) e Beatrice Merz sceglierà il vincitore di questa terza edizione che succede a Petrit Halilaj, attualmente in mostra presso la Fondazione con Shkrepëtima a cura di Leonardo Bigazzi e visibile sino al 3 febbraio 2019.

A partire dall’inaugurazione della collettiva dei finalisti, anche il pubblico potrà partecipare attivamente alle selezioni, esprimendo la propria preferenza sul sito mariomerzprize.org.

Il vincitore avrà la possibilità di dare forma a un progetto espositivo personale a novembre 2020, commissionato e prodotto da Fondazione Merz.

Per quanto riguarda invece il settore musica, i finalisti della terza edizione del Mario Merz Prize sono: Annachiara Gedda (Italia, 1986), Mauro Lanza (Francia, 1975), Filippo Perocco (Italia, 1972), Robert HP Platz (Germania, 1958) e Jay Schwartz (Germania, 1965). 

I vincitori delle trascorse edizioni sono stati: per il settore arte Wael Shawky e Petrit Halilaj, per la sezione musica Cyrill Schürch e Geoffrey Gordon per la sezione musica.

www.mariomerzprize.org

 

Ultima modifica il Giovedì, 13 Dicembre 2018 12:49



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio