IMG_4882.JPG

Martedì, 23 Ottobre 2018 15:37

Archeologia. Sui fondali del Mar Nero il relitto di una nave greca, la più antica mai rinvenuta

Scritto da 

L’imbarcazione, ritrovata pressoché intatta 2000 metri di profondità, risale a circa 2400 anni fa. La scoperta si deve a un team di archeologi britannici 

LONDRA - La notizia di questa incredibile scoperta è stata anticipata dal “Guardian”, ma è prevista la proiezione di un documentario girato durante i lavori d’indagine, al British Museum di Londra. 

L’imbarcazione, lunga 23 metri, è stata ritrovata nell’ambito di un programma di ricerca sottomarino denominato Black Sea Maritime Archaeology Project e si ritiene possa essere la nave più antica del mondo. 

Il britannico Joe Adams, che ha guidato il team di archeologi, ha spiegato: “Una nave sopravvissuta intatta dall’epoca classica, a 2 chilometri di profondità, è qualcosa che non avrei mai creduto possibile vedere. Si tratta di un ritrovamento che cambierà le nostre conoscenze e la nostra compressione delle attività di cantieristica e della marineria del mondo antico”.

Il reperto è completo dialbero, timone e postazioni per gli addetti ai remi. Per la datazione è stato eseguito un test al carbonio 14 dall’Università di Southampton, che ha confermato essere un relitto di 2400 anni fa.  Ciò che rende ancora più suggestiva la scoperta è che la nave è molto simile a una raffigurata su un vaso più o meno coevo, presente nella collezione del British, denominato “Siren Vase”, che dovrebbe rappresentare la nave di Ulisse. 

La cosa invece più sconfortante è che l’imbarcazione non potrà vedere la luce in quanto, con le tecnologie attualmente disponibili, non sarà possibile riportarla in superficie, in quanto si rischierebbe la sua distruzione. 

Ultima modifica il Martedì, 23 Ottobre 2018 16:07



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio