WEB-160x142.gif

Mercoledì, 12 Ottobre 2016 16:16

Archeologia. Recuperati nelle Marche reperti archeologici di origine messicana

Scritto da 

I preziosi oggetti sono stati restituiti dal comandante del Nucleo Tutela Patrimonio culturale, gen. Fabrizio Parrulli, all’ambasciatore messicano Juan Jose Guerra Abud presso la sede diplomatica di Roma

ROMA - Sono stati recuperati, dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio culturale, 12 reperti archeologici di origine messicana di cui alcuni risalenti al periodo mesoamericano preclassico (2500 a.C. – 200 d.C.) e classico (200 – 900 d.C.). I reperti sono stati riconosciuti, dagli Stati Uniti Messicani, come provento di esportazione illecita. 
Tre dei reperti, sono stati rinvenuti dai militari di Ancona in due distinte operazioni, coordinate dalle procure di Ascoli Piceno e Pesaro, che hanno portato al sequestro in particolare di una testa fittile di uso votivo raffigurante un personaggio di alto rango (400-800 d.C.), una testina sempre di uso votivo con orecchini discoidali (600-700 d.C.) e infine una con copricapo e grande ornamento nasale a forma ellittica (400-800 d.C.). 

In questo ultimo caso il reperto era stato commercializzato in un annuncio su un noto sito di vendita online in cui venivano indicati la città dov'era custodito il reperto e  il cellulare a cui far riferimento per i dettagli dell'acquisto.  Il reperto era in vendita insieme ad altri oggetti di origine precolombiana. Per verificare l'autenticità dei reperti, sono stati interessati esperti della Sezione America del Museo nazionale preistorico ed etnografico "L. Pigorini" di Roma. 

Ultima modifica il Mercoledì, 12 Ottobre 2016 16:26


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio