160x142-banksySarzana.gif

Mercoledì, 09 Dicembre 2020 15:04

Sotheby's New York, acquarello di Van Gogh venduto per 2,5 milioni di dollari

Scritto da 

"Il mulino Laak presso l'Aia" fu realizzato nel luglio del 1882, quando il pittore olandese iniziava a sperimentare la tecnica dell'acquarello e ad esplorare le possibilità dei colori

“Laak Mill vicino all'Aia” - Van Gogh 1882 Courtesy of Sotheby's “Laak Mill vicino all'Aia” - Van Gogh 1882 Courtesy of Sotheby's

NEW YORK - E’ stato battuto da Sotheby's a New York a 2,5 milioni di dollari "Il mulino Laak presso l'Aia”, uno dei primi acquerelli di Vincent Van Gogh (1853-1890). 

Quando Van Gogh realizzò l’opera viveva all’Aia con Sien Hoornik, un'ex prostituta, in un piccolo appartamento a pochi passi dal mulino. Risalente al 1699, il Laak Mill è stato utilizzato per raccogliere l'acqua per il drenaggio fino al 1938. Sopravvive ancora, come residenza privata appena a sud del centro della città dell'Aia.

Il mulino aveva per Van Gogh un particolare significato: da adolescenti, Vincent (19) e suo fratello minore Theo (15) avevano avuto una memorabile conversazione, nel 1872, proprio li davanti a quel mulino, al riparo da un temporale, dove parlarono delle loro future vite, impegnandosi reciprocamente a sostenersi a vicenda per sempre.

Nell'acquerello è possibile che Van Gogh, con le due piccole figure in piedi sulla destra fuori dal mulino, abbia voluto rappresentare proprio Theo e se stesso.

Il dipinto, esposto una sola  volta, ad Amsterdam nel 1961, è sempre stato in collezioni private e dopo una serie di passaggi di mano è stato acquistato nel 2015, da  Christie’s, da un collezionista americano. 

La casa d'aste non ha reso noto il nome dell'acquirente, che ha chiesto di restare anonimo. L'opera era stimata 2 milioni di dollari e la sua autenticità è stata confermata dal Van Gogh Museum di Amsterdam.

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Dicembre 2020 15:07


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio