BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Martedì, 14 Luglio 2020 15:01

A Ostenda riapre la casa natale di James Ensor

Scritto da 

Dal 14 luglio è nuovamente visitabile l’abitazione dove l’artista trascorse gran parte della sua vita. Accanto alle sale ristrutturate, l’apertura di nuovi spazi adiacenti offre la possibilità di vivere esperienze interattive e conoscere a fondo il pittore e la sua città

OSTENDA -  A partire dal 14 luglio riapre al pubblico la casa natale di James Ensor (1860-1949) ad Ostenda. L’artista rimase sempre molto legato all’abitazione di proprietà della famiglia paterna, cui era annessa una bottega che vendeva souvenir, curiosità, maschere e conchiglie, e che ha rappresentato la fonte primaria per la sua arte.

La mansarda divenne inoltre, a partire dal 1880, il suo studio ovvero la sua finestra sul mondo, sulle strade, sulla distesa di mare aperto. Da qui si confrontava con il mondo esterno e approfondiva la sua ricerca artistica trasversale.

La riapertura della casa, della quale sono rimaste conservate le stanze originali, è arricchita dall’inaugurazione di sale contigue, uno spazio di 690 mq, sede di un nuovo centro interattivo che tramite un’esperienza immersiva conduce nel mondo di Ensor. 

Il percorso di visita interattivo è suddiviso suddiviso per temi che vengono approfonditi grazie a Gust Van Yper, domestico di Ensor, che guida gli ospiti, raccontando aneddoti e curiosità. 

Si parte con l’Introduzione al mondo di Ensor, cui seguono gli Interni, la vita pubblica di Ensor, la Critica, le Maschere e figure strane per concludersi con una sezione museale in cui vengono accolte mostre temporanee. La prima, Ensor and Ostend (14 luglio - 27 settembre 2020), indaga lo stretto legame tra il pittore e la sua città attraverso 27 opere dell’artista, tra disegni, incisioni e dipinti.

Ensor al museo e per le vie della città

Ulteriore tappa cittadina sulle tracce di Ensor è il Mu.zee, museo che ospita i maggiori rappresentanti dell’arte belga dal 1830 ad oggi e dedica al maestro - accanto all’artista Spilliaert - un’ala in cui sono esposte 15 sue opere, di proprietà del museo.

Museo e abitazione fanno parte dei 13 luoghi sulle tracce di Ensor a Ostenda, proposti nell’applicazione Ensor Walk, attiva dal 14 luglio, un itinerario tecnologico e interattivo disponibile in cinque lingue, che consente agli utenti giovani e adulti di conoscere - accompagnati dall’artista - la sua vita, gli amici e la ricca storia della città.

Ensor su TikTok

L’interazione con Ensor prosegue anche attraverso la divertente sfida #MyEnsor su TikTok  - la creazione di una maschera personale - che offre la possibilità di vincere un soggiorno a Ostenda. Per gli appassionati “tiktokker”, la città di Ostenda lancia quest’estate una Tiktok walking route: una passeggiata lungo dieci luoghi da non perdere in città che comprende balli e tutorial di accompagnamento per realizzare i propri video.

Un fitto calendario di eventi, mostre, festival e manifestazioni fanno di Ostenda un’imprescindibile meta di viaggio per tutte le stagioni e il punto di partenza per la scoperta della costa belga.

www.ensorstad.be

 

Ultima modifica il Martedì, 14 Luglio 2020 15:05


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio