160x142-picasso.gif

Giovedì, 23 Gennaio 2020 15:27

miart 2020, presentata la 25esima edizione

Scritto da 

Diretta per il quarto anno da Alessandro Rabottini, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea organizzata da Fiera Milano, si svolgerà dal 17 al 19 aprile all’interno del padiglione 3 di fieramilanocity

MILANO - Con 181 gallerie provenienti da 20 Paesi, torna ad aprile miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea organizzata da Fiera Milano.

Suddivisa in cinque sezioni -  Established Contemporary, Established Masters, Generations, Decades, Emergent – la manifestazione conferma la sua vocazione ad essere una piattaforma di dialogo tra arte moderna, arte contemporanea e design d’autore: un’officina creativa in cui  la tradizione ha sempre sposato la sperimentazione e in cui il design di ricerca e l’architettura hanno sempre vissuto in stretta relazione con l’avanguardia artistica

Tra le gallerie internazionali che espongono a Milano per la prima volta o che ritornano dopo un periodo di assenza, ci sono A Gentil Carioca, Blank, Rossella Colombari, Chantal Crousel, Gagosian, Jackson Design, Karsten Greve, Kadel Willborn, Nilufar, Franco Noero, Eva Presenhuber e Thomas Schulte.

Numerose le gallerie provenienti da tutto il mondo che confermano la loro partecipazione dalla precedente edizioni tra cui A Arte Invernizzi, Alfonso Artiaco, Isabella Bortolozzi, Cabinet, Campoli Presti, ChertLüdde, Clearing, Continua, Raffaella Cortese, Corvi-Mora, Dvir, Feldt, Gladstone, Marian Goodman, Herald St, Kaufmann Repetto, Peter Kilchmann, Andrew Kreps, Lelong & Co, Magazzino, Massimo Minini, P420, Lia Rumma, Sprovieri, Vistamare, Hubert Winter e Zero.

Confermata anche un’ampia selezione di gallerie come Cardi, Cortesi, Galleria dello Scudo, Galleria d’Arte Maggiore G.A.M., Giò Marconi, Mazzoleni, Montrasio, Repetto, Robilant + Voena, Gian Enzo Sperone e Tornabuoni.

Anche per questa edizione è previsto un ampio coinvolgimento del mondo delle istituzioni culturali nazionali ed internazionali, attraverso la presenza di oltre 60 direttori e curatori di musei internazionali, invitati ogni anno a partecipare a un ambizioso palinsesto di talk e alle numerose giurie responsabili dell’assegnazione di un nutrito programma di premi.

18 direttori di musei internazionali e curatori di prestigiose istituzioni provenienti da 10 Paesi faranno infatti parte delle giurie responsabili del Fondo di Acquisizione Fondazione Fiera Milano e dei 5 premi che miart assegna alle gallerie e agli artisti, e che da anni ormai confermano la collaborazione tra la fiera e i suoi partner: Premio Herno, Premio Fidenza Village per Generations, Premio On Demand by Snaporazverein, Premio LCA per Emergent, Premio Rotary Club Milano Brera per l'Arte Contemporanea e Giovani Artisti.

Si rinnova, per il quinto anno consecutivo, la collaborazione tra miart e In Between Art Film per l’ideazione e lo sviluppo del ciclo dei miartalks, le 3 giornate di conversazioni e tavole rotonde aperte al pubblico, curate da Alberto Salvadori (Direttore, ICA, Milano) e Mirjam Varadinis (Curatrice, Kunsthaus Zurich)  Nelle giornate del 17, 18 e 19 aprile, oltre 40 artisti, curatori e direttori di musei, collezionisti, designer e pensatori internazionali si confronteranno attorno al tema che attraverserà le 3 giornate di incontri, ovvero “l’esistenza dell’artista”.

Come consuetudine, miart sarà l’epicentro della Milano Art Week, un ricco calendario di opening e eventi a cui aderiscono le maggiori istituzioni pubbliche e fondazioni private cittadine, tra cui, tra gli altri, Olafur Eliasson presso Fondazione Nicola Trussardi, Tania Bruguera al PAC | Padiglione d’Arte Contemporanea, Martin Kippenberger e Liu Ye alla Fondazione Prada Milano, Chen Zhen e Trisha Baga presso Pirelli HangarBicocca, Nairy Baghramian per Fondazione Furla alla GAM | Galleria d’Arte Moderna, Carla Accardi e Franco Guerzoni al Museo del Novecento, Carol Rama e Co Westerik presso Fondazione Carriero, Rirkrit Tiravanija e Daniele Puppi al Museo della Scienza e della Tecnica, Akram Zaatari presso FM Centro per l’Arte Contemporanea, Gianni Colombo alla Fondazione Marconi, Charles Atlas presso ICA, Christodoulos Panayiotou a Triennale Milano Teatro, Enzo Mari e Hans Ulrich Obrist e la mostra Les Citoyens – Guillermo Kuitca Reflects on the Fondation Cartier pour l’art contemporain Collection presso Triennale Milano, MAI/Marina Abramović Institute presso Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Alessandro Pessoli al Museo Diocesano, Marinella Senatore alla Fondazione Stelline, Nevine Mahmoud e Margherita Raso alla Fondazione Arnaldo Pomodoro.

Le installazioni permanenti di Mario Airò, Alfredo Jaar, Maurizio Nannucci, e Wilfredo Prieto verranno allestite presso il Parco delle Sculture ArtLine Milano.

Vademecum

miart 2020
17 – 19 aprile 2020
VIP preview e vernissage su invito: 16 aprile 2020
fieramilanocity, padiglione 3, gate 5
Milano

Ultima modifica il Giovedì, 23 Gennaio 2020 15:49



250x300Haring.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio