WEB-160x142.gif

Mercoledì, 30 Ottobre 2019 12:04

Circo Massimo Experience continua anche in autunno e in inverno

Scritto da 

Orario invernale per l'esperienza del tour all'insegna della realtà aumentata e virtuale nel più imponente edificio per spettacolo mai costruito nell’antichità. Un viaggio che non si limita all'epoca imperiale, la più famosa, ma inzia dall’epoca repubblicana, quando era solo la Valle Murcia, fino ai nostri giorni

Se pensate che vedrete soltanto quadrighe e duelli sotto le insegne imperiali, vi sbagliate.
Perché anche in autunno e in inverno, ma con orario leggermente ridotto per l’entrata dell’ora solare (dalle 9.30 alle 16.30 invece che fino alle 19.00) Circo Maximo Experience continuerà ad offrire un viaggio a tutto tondo, grazie alla realtà aumentata e virtuale, nella storia di quello che fu il più imponente edificio per spettacolo mai costruito nell’antichità, cominciando dall’epoca repubblicana, quando era solo la Valle Murcia, fino ai nostri giorni.

Il periodo imperiale, quando raggiunse l’apice del suo splendore ed ospitava oltre alle corse dei carri anche altri tipi di spettacolo, come ad esempio le battute di caccia con animali esotici, dopo la profonda trasformazione che aveva visto sostituire i sedili di legno con le ampie gradinate in muratura volute da Traiano all’inizio del I secolo dopo Cristo, è infatti soltanto uno dei cinque momenti in cui è scandito il racconto del Circo Massimo.

Circo Maximo Experience dal 23 maggio è diventato il terzo progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico romano attraverso esperienze immersive e multimediali, promossi da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e realizzati con la collaborazione di Zètema Progetto Cultura. Realizzato da GS NET Italia e Inglobe Technologies si aggiunge infatti al progetto “Viaggi nell’antica Roma”, partito nel 2014 con il Foro di Augusto e ampliato nel 2015 con il Foro di Cesare, e al racconto in realtà aumentata e virtuale “L’Ara com’era” partito nel 2016 al Museo dell’Ara Pacis.

Cittadini romani e turisti potranno continuare ad essere accompagnati dalle voci di Claudio Santamaria e Iaia Forte in un percorso itinerante, della durata di circa 40 minuti (disponibile anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo) alla scoperta delle le 8 tappe in cui è articolato: la Valle e le origini del Circo, il Circo da Giulio Cesare a Traiano, il Circo in età imperiale, la Cavea, l’Arco di Tito, le Botteghe (tabernae), il Circo in età medievale e moderna e, infine, “Un giorno al Circo”.

Grazie a questo articolato percorso reso possibile dall’utilizzo di visori di tipo Zeiss VR One Plus accoppiati con smartphone di tipo iPhone e sistemi auricolari stereofonici, ai visitatori sarà consentito di vivere un’esperienza unica di fruizione di un sito archeologico immergendosi totalmente nella sua storia, con la visione delle ricostruzioni architettoniche e paesaggistiche durante i diversi periodi.

Da quando l’area, nella sua storia più antica, era l’antica Valle Murcia arricchitasi pian piano di botteghe, fino a quando in pieno Medioevo, fu invasa da corsi d’acqua riempendosi di sedimenti, fino al Novecento quando divenne prima cimitero degli ebrei, come raccontano ancora i pini sulle pendici che costeggiano il Palatino, e poi sede della Compagnia Anglo-Romana dell’Illuminazione a Gas che vi realizzò il primo impianto di produzione del gas per l’illuminazione pubblica. Fino all’epoca fascista, a partire dal 1936, quando l’area del Circo Massimo fu concessa al Partito Nazionale Fascista, che iniziò a utilizzarla come spazio espositivo, costruendovi imponenti padiglioni e realizzando anche un vero e proprio stabilimento balneare costituito da tre piscine.

L'esperienza è eccezionalmente fruibile nelle diverse ore del giorno: l’applicazione è stata infatti concepita per poter funzionare indipendentemente dalle variazioni di illuminazione giornaliere. Le ricostruzioni del sito, realizzate con accuratezza scientifica, sono state opportunamente calibrate per funzionare in tempo reale su un dispositivo mobile con capacità di calcolo limitate, consentendo un immediato e accurato allineamento dei modelli 3D al contesto di riferimento, con una fruizione dell’esperienza sia in realtà virtuale che aumentata in modalità stereoscopica.

Vademecum

Circo Maximo Experience
Ingresso da viale Aventino, Roma
Orari dal 27 ottobre 2019 al 28 marzo 2020
Da martedì a domenica ore 9.30 - 16.30.
24 e 31 dicembre: ore 9.30 - 14.00.
Ultimo ingresso fino a un’ora prima dell’orario di chiusura.
Chiuso il lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio.
In caso di pioggia non sarà possibile fruire dell’esperienza multimediale.
Durata
Circa 40 minuti 
Biglietto “Circo Maximo Experience” (visita multimediale)
€ 12,00 intero; € 10,00 ridotto (per i gruppi di minimo 10 persone).
I biglietti sono acquistabili sul posto, on line sul sito web e nei Tourist Infopoints
Biglietto area archeologica (visita non multimediale):
€ 5,00 intero; € 4,00 ridotto per i non residenti
€ 4,00 intero; € 3,00 ridotto per i residenti
Ingresso gratuito per i possessori di MIC card
Per maggiori informazioni
Call center 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)
www.circomaximoexperience.it

Note
L’esperienza è fruibile anche dalle persone con disabilità motoria.
L’utilizzo dei visori da parte di persone di età inferiore ai 14 anni è consentito solo con liberatoria firmata dai genitori.

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Ottobre 2019 12:20


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio