BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Lunedì, 20 Aprile 2020 16:42

L’Università di Firenze si interroga sui possibili scenari post pandemia

Scritto da 

"Design After - Scenari post Covid 19’’, una serie di incontri on line, dal 21 aprile al 12 maggio, per cercare di progettare nuovi scenari e acquisire nuovi strumenti di lettura e interpretazione della realtà

FIRENZE - Terminata la pandemia di coronavirus, niente sarà come prima. Per cercare di immaginare e comprendere i  futuri scenari l’Università di Firenze con il suo Design Campuis  ha organizzato "Design After - Scenari post Covid 19’’.
L’iniziativa, consistente in una serie di incontri on line  dal 21 aprile al 12 maggio, "si pone come contenitore di idee, spunti e riflessioni che vengono dalle diverse aree del sapere: storia, economia, nuove tecnologie, intelligenza artificiale, arte, design, sociologia, filosofia, psicologia, neuroscienze, diritto, teatro, musica".

"Il tempo è divenuto 'lento' e noi immobili.  - Spiegano  Elisabetta Cianfanelli e Debora Giorgi Responsabili Scientifici dell'evento - Questo ci offre la possibilità di riflettere e di progettare nuovi scenari per costruire una nuova consapevolezza, studiare e acquisire nuovi strumenti di lettura e interpretazione della realtà. Il virus ha ucciso la velocità, la superficialità, la banalità e i capricci della società globale ma allo stesso tempo offre una opportunità di metamorfosi che può conferire densità e significati al nostro futuro". 

Tra gli organizzatori anche Margherita Tufarelli, coordinatore eventi; Maria Claudia Coppola e Paolo Pupparo grafica e comunicazione; Virtual Lab , Francesca Falli, Nicolò Buccolieri, Chiara Rutigliano, Flavia De Lucia, Sofia Collacchioni, Simona Bruni, supporto tecnico. 

Il calendario degli incontri 

21 aprile Francesco Morace, sociologo, scrittore e fondatore di Future Concept Lab;

23 aprile Riccardo Nencini, storico, scrittore e politico; 

25 Aprile Patrizia e Benedetta, medico anestesista rianimatore e specializzanda medicina; 

28 aprile Jacopo Spirei, regista di opere liriche e docente Oslo National Academy of the Arts (Khio); 

30 Aprile Francesco Cicione, ingegnere e presidente Entopan

2 maggio Giulio Carlo Vecchini, liutaio che ha progettato e realizzato la chitarra Mare di Mezzo con il legno dei barconi di Lampedusa e l'ha fatto suonare in tutto il mondo; 

5 maggio Pietro Laureano, architetto e urbanista consulente Unesco per le zone aride, la civiltà islamica e gli ecosistemi in pericolo; 

7 maggio Gianluca Seta, Communication e Information designer e docente presso Libera Università di Bolzano; 

12 maggio Emanuele Pucci, Innovation Manager e co-fondatore della startup Awhy.

Gli incontri della durata di un'ora totale si svolgeranno su Google Meet in cui 250 partecipanti potranno dialogare in diretta con l'ospite, e in diretta streaming via Facebook, Instagram e YouTube. I ticket gratuiti per la partecipazione agli eventi saranno disponibili su Eventbrite. https://www.facebook.com/designafter/  https://www.instagram.com/_designafter/?hl=it.

Ultima modifica il Lunedì, 20 Aprile 2020 16:49


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio